Tollo, Leve: ‘Paese allo sbando senza cassa’

Tollo. “Assestamento Generale di Bilancio e Salvaguardia degli Equilibri per l’Esercizio 2018 (art. 175. comma 8 e 193 del D. Lgs. 267/2000). Voto contrario. Come è avvenuto anche in precedenza, l’Assestamento Generale del Bilancio 2018 PREVEDE spese certe e già sostenute a fronte di entrate incerte o che certamente non si realizzeranno. Preliminarmente, si è fatto rilevare che si è in presenza di un utilizzo di anticipazione di cassa (debito verso la banca) di € 786.308,49 , nonostante nel mese scorso sia arrivata una somma di circa 400.000,00 € di trasferimento dallo stato centrale, in favore del comune.  SPESE”.

 Così in una nota Ettore Leve del gruppo consigliare “Art. 1 per Tollo”, che aggiunge: “Si prevede un aumento di spesa di € 60.148 ed in particolare: aumento dei rimborsi spesa per viaggi ed indennità missioni. Aumentiamo di 148 € portando il totale a 1.148. Spesa massima ammissibile per il Comune di Tollo € 1.149 — un euro in meno!!!! – Capitolo in gran parte già utilizzato dopo la “missione” – viaggio – del sindaco in Sicilia! Spese per manutenzione uffici comunali: da 20.000 a 25.000, interessi passivi su anticipazione di tesoreria •ovviamente più alta è l’anticipazione più alti sono gli interessi• + 5.000 €, dato sottostimato; spese per scuole e scuola media: 2.000; spese per trasporto scolastico e accompagnamento alunni: + 7.000 €; spese per spettacoli e manifestazioni: + 10.000 € per un totale di € 31.000; spese per manutenzione strade vicinali – che versano in pessimo stato: + 5.000, totale € 53.000. ENTRATE Le spese, sono bilanciate principalmente, come è avvenuto anche in passato, con una previsione “in entrata” da “IMU ACCERTAMENTI ANNI PRECEDENTI” nella quale si ipotizza un aumento, in entrata, di € 40.000, portando il totale a 90.000 € – ad oggi sono stati recuperati circa € 20.000!! Si è fatto notare, che molti degli avvisi di accertamento ,IMU 2013, che vengono recapitati in questi giorni, contengono dati inesatti o vengono richieste somme già pagate. Si è cercato di sensibilizzare l’intero consiglio che si è arrivati ad una pressione fiscale, contrariamente a quanto affermato nei trascorsi cinque anni, insostenibile. Si è fatto notare che sono state inviate le cartelle TARI con il pagamento del 75% in due rate – cosa contraria al regolamento TARI – che è stato anticipato di sei mesi l’invio dell’accertamento IMU 2013, che si è aumentato tutto ciò che c’era da aumentare – mensa, trasporto, colonia, diritti di segreteria, Caramanico, etc.- oltre l’autovelox, tutti i giorni……. ed anche di notte!! Nonostante tutto ciò, l’amministrazione ha un elevato indebitamento verso la tesoreria e verso i privati. A parere del gruppo “art. 1 per Tollo”, c’è necessità della nomina di un Responsabile del Servizio Finanziario, carica che il Sindaco insiste nel ricoprire con una proroga dopo l’altra. 2) Approvazione regolamento “Costituzione e Funzionamento comitato mensa scolastica” Voto di astensione”.

 “E’ stata deliberata la costituzione e formazione di un comitato – conclde Leve – per collaborare con il Comune per la gestione della mensa scolastica. Pur apprezzando le finalità, ci si è astenuti, motivando il voto con il fatto che dopo aver creato un comitato di dieci persone, sovrabbondante, lo stesso, ai sensi dell’art. 2, del regolamento, avrà un “ruolo consultivo e non vincolante” e la responsabilità rimarrà in capo all’amministrazione”.



In questo articolo: