Vicenda ‘San Pio’ di Vasto, Pd: ‘Dalla Lega meno chiacchiere e più fatti’

Vasto. “Non intervenire sulla vicenda “San Pio” di Vasto è quello che avrei voluto fare non perché non interessato ma perché per me e per il Pd il “fare” è sempre stato prioritario rispetto alle chiacchiere, agli slogan, agli spot (tipici della Lega). Ma le parole non veritiere esposte dalla consigliera Bocchino ci avevano imposto l’obbligo di intervenire e di rimettere a posto la verità”.

 Si legge così in una nota diGianni Cordisco, segreterio provinciale del Pd Chieti, che prosegue: “Concordo con i consiglieri comunali della Lega Vasto Alessandra Cappa e Davide D’Alessandro che a salvare l’Ospedale non sono i balletti o i comunicati.

 A dimostrarlo sono i cinque anni di Governo regionale a guida Pd che ha operato in silenzio senza sbandierare i risultati che si stavano ottenendo nonostante le quotidiane accuse e i quotidiani comunicati volti solo a denigrare l’operato dell’ex assessore Silvio Paolucci e del centrosinistra.

 A dimostrarlo è inoltre il silenzio dei consiglieri del centrosinistra regionale che sul piano di assunzione del 2019 finanziato con la delibera 913 del 2018 e approvato dalla Giunta D’Alfonso sanno bene che ci sono procedure amministrative da completare e non attaccano, non spiattellano alla stampa comunicati stampa solo per denigrare fatti e persone che, come impone la legge, hanno l’obbligo di rispettare le procedure e i vari iter.

 Ma i consiglieri comunali della Lega Vasto Cappa e D’Alessandro sanno benissimo, come è stato già scritto e perché le ritengo persone preparate e intelligenti, che se il centrodestra oggi fosse stato all’opposizione avrebbe già fatto manifesti, slogan e comunicati a destra e a manca col solo fine di denigrare costantemente e continuamente l’operato altrui.

 Certo ora il piano di assunzioni c’è. È bene dunque che il centrodestra si affretti a renderlo operativo. Da tre mesi alla guida della Regione, l’Abruzzo non ha ancora visto UN SOLO FATTO!

 Condivido inoltre il concetto che a salvare l’ospedale di Vasto, o meglio gli ospedali, saranno sempre le scelte politiche. E il centrosinistra di scelte politiche molte delle quali anche coraggiose visti i numerosi problemi ereditati dal centrodestra, ne ha fatte tante con i risultati che sono scritti nero su bianco. Non sono stati sbandierati e urlati sui palchi nelle piazze. Ma sono scritti!

 Il San Pio di Vasto è divenuto Dea di I livello, con tutti i servizi annessi e connessi affinché tale divenisse. Gli ospedali minori di fronte alla chiusura certa per mano della giunta di centrodestra Chiodi-Febbo, non hanno seguito l’iter da loro stessi avviato, ma sono stati “salvati”.

 Se gli ospedali oggi purtroppo lavorano con un personale ridotto all’osso, non è perché il centrosinistra è quanto voleva che accadesse. Ma il commissariamento creato dalla giunta di centrodestra Chiodi-Febbo, aveva imposto, tra le tante cose che avrebbe dovuto fare per uscirne, anche il blocco delle assunzioni. E chi fa Politica, questo lo sa. O meglio dovrebbe saperlo.

 Certi e consapevoli che di lavoro ce n’era e ce n’è ancora molto da fare e che il San Pio di Vasto e la Sanità abruzzese meritano ancora molto altro, mi auspicho che la Lega, che parla e “s-parla”, stia più in silenzio, che metta da parte comunicati, selfie e spot elettorali, e si metta seriamente a lavoro. Vasto, il comprensorio e l’Abruzzo hanno bisogno di altri fatti. È bene che si facciano.

 Infine, la politica mondana, la politica delle sfilate, delle interviste e delle promesse che non piacciono alla Cappa e a D’Alessandro, al sottoscritto e al Pd non sono mai piaciute. Pertanto consiglio loro di dirlo ai loro “colleghi” di partito e in primis alla Bocchino. Forse va indirizzata meglio. L’inesperienza politica può fare brutti scherzi a volte.

 Concludo con una frase della Cappa e di D’Alessandro. “Se la politica è caduta, è per il comportamento miserabile di chi, dietro un’etichetta, vuole cavalcare e strumentalizzare i problemi reali di chi soffre”. I consiglieri della Lega Cappa e D’Alessandro dovrebbero far propria questa frase. Al Pd non è mai appartenuta. Il Pd non cavalca e strumentalizza problemi, ma il risolve! E’ ora che inizi a farlo anche la Lega!”.