Avezzano, evasione fiscale: sequestrati beni e conti correnti per 6 milioni

Maxi-sequestro di beni (immobili e disponibilità finanziarie) per 6 milioni di euro a carico di due persone che gestivano una importante società che opera nel mondo dell’editoria.

 

I finanzieri della compagnia di Avezzano, questa mattina, hanno dato esecuzione ad un provvedimento di sequestro cautelare nei confronti del prestanome (di 61 anni) e dell’amministratore di fatto di (63) di una società a responsabilità limitata.

 

La misura cautelare è il frutto di accertamenti patrimoniali svolti dai finanzieri tesi all’individuazione dei beni riconducibili all’imprenditore per un valore pari alle ritenute alla fonte relative agli emolumenti dei dipendenti che la società, in qualità di sostituto d’imposta, non ha versato all’erario negli anni d’imposta 2013 e 2014.

L’imposta evasa è stata accertata dalla locale Direzione Provinciale dell’Agenzia delle Entrate a seguito di specifiche attività ispettive.

Complessivamente sono stati sottoposti a sequestro quattro conti correnti bancari, un deposito titoli e un immobile per un valore equivalente alle imposte non versate. I responsabili, in passato, sono già stati condannati per reati tributari.