Avezzano, maltratta i genitori per i soldi della droga: il giudice lo fa arrestare

Avezzano. Finisce in carcere per i continui maltrattamenti nei confronti dei genitori per avere soldi utili per acquistare droga.

 

Gli agenti del commissariato di Avezzano ha dato esecuzione ad  una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. Mario Cervellino, su richiesta del pm Elisabetta Labanti, a carico di un 31enne, avezzanese.

Il provvedimento eseguito è stato determinato all’esito dell’attività di indagine svolta dal personale  della Squadra Anticrimine del Commissariato di P.S., con la quale sono stati accertati numerosi episodi di violenza e minaccia, avvenuti  dal 2015 ad oggi, all’interno dell’abitazione della famiglia.

Episodi che sono sfociati anche in lesioni gravi in danno del padre.

Il giovane, con problemi di tossicodipendenza,  è accusato di aver sottoposto  entrambi i genitori a continui maltrattamenti, imponendo loro un regime di vita vessatorio e oppressivo, generando un clima di costante timore per le loro incolumità, con lo scopo di ottenere denaro per procurarsi la sostanza stupefacente.

È stato altresì contestata la violazione di un Provvedimento del Giudice civile, con cui gli era già stata ordinata la cessazione di ogni condotta vessatoria nei confronti dei genitori.

Al termine degli adempimenti di rito il trentunenne è stato tradotto nella casa circondariale di Avezzano, a disposizione della magistratura.