Finti braccianti gestivano traffico di droga tra L’Aquila e Avezzano VIDEO

L’Aquila. All’alba di questa mattina, il personale della Squadra Mobile di L’Aquila – sezione antidroga, ha eseguito 7 ordinanze di misura cautelare di sottoposizione agli arresti domiciliari.

 

Le misure cautelari sono state emesse nei confronti di 6 cittadini di nazionalità marocchina ed 1 cittadino di nazionalità macedone, ed 1 misura cautelare dell’obbligo di dimora nei confronti di un cittadino di nazionalità marocchina,  responsabili dei reati di detenzione e  spaccio di sostanza stupefacente.

 

I provvedimenti sono stati  emessi dal Giudice per le Indagini preliminari, Mario Cervellino, su richiesta del Sostituto Procuratore, Fabio Picuti, al termine di una laboriosa attività di indagine, eseguita attraverso intercettazioni telefoniche,  ambientali ed appostamenti, ed avviate circa due anni fa a seguito del fermo di un consumatore locale, che aveva appena acquistato cocaina da uno degli arrestati.

 

Le indagini hanno consentito di smantellare un sodalizio criminale dedito allo spaccio di cocaina e hashish,  che avveniva  principalmente  nel centro storico di L’Aquila, nell’immediata periferia  e ad  Avezzano, nei pressi della stazione ferroviaria.

L’intera attività ha consentito di sequestrare circa un chilo di hashish e circa 50 grammi di cocaina.