L’Aquila, cocaina “lanciata” dalla A24: fermati mentre recuperano lo stupefacente FOTO

Gli uomini della Sezione Antidroga della Squadra Mobile di L’Aquila hanno arrestato un macedone e un albanese, per spaccio di sostanza stupefacente.

 

Dopo un intensa attività durata alcuni giorni,  anche a mezzo di  pedinamenti e perquisizioni,  gli investigatori riuscivano  ad  intercettare i malviventi  che viaggiavano a bordo di una Ford Fiesta sull’Autostrada A24, e che,  all’altezza di un cavalcavia, a qualche decina di chilometri dal capoluogo, lanciavano  un involucro.

 

A quel punto, gli operatori li seguivano e mentre i malviventi, in un terreno abbandonato, erano intenti a recuperare l’involucro procedevano al loro arresto.

 

Venivano così rinvenuti oltre 200 grammi di cocaina pronta per essere immessa sul mercato della droga del capoluogo e che avrebbe fruttato al dettaglio la somma di 15mila euro.

 

Entrambi gli extracomunitari veniva portati in Questura a disposizione del Sostituto Procuratore Fabiana Rapino della Procura della Repubblica di Pescara, competente territorialmente.

 

Il giorno seguente gli arrestati venivano accompagnati presso il Tribunale di Pescara che, dopo aver convalidato il loro arresto, tenuto conto dei gravi indizi del reato contestato nonché il considerevole quantitativo di sostanza detenuta,  disponeva  l’applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari.