L’Aquila, rapinano supermercato e tentano di investire poliziotto durante la fuga

L’Aquila. Nella tarda mattinata odierna un uomo e una donna di etnia Rom, identificati per A.L., di anni 39, e M.M.P, di anni 21, sono stati arrestati da personale della Sottosezione Polizia Stradale di L’Aquila coadiuvato dagli agenti della Squadra Volante della locale Questura.

I nomadi, in concorso con un’altra donna in corso di identificazione, dopo aver consumato il furto di considerevoli quantitativi di generi alimentari all’interno del supermercato Tigre, situato sulla SS7 nei pressi dello svincolo autostradale A24 di L’Aquila Ovest, si sono dati alla fuga inseguiti a piedi dalla titolare dell’esercizio commerciale.

Durante la fuga i due rom hanno spintonato la titolare del negozio; dopo di che hanno usato violenza e minacce anche a un poliziotto libero dal servizio che si era qualificato ed aveva tentato di bloccarli. Inoltre con l’autovettura nella quale avevano caricato la refurtiva hanno tentato di investire, oltre al poliziotto e alla proprietaria del supermarket, anche altre persone che erano intervenute.

Una pattuglia della Polizia Stradale che in quel momento era in transito, è intervenuta tempestivamente, raggiunta subito dopo da una Volante del 113, riuscendo a bloccare i due e recuperando la refurtiva.

Condotti negli Uffici della Questura, l’uomo e la donna sono stati identificati e fotosegnalati in attesa della convalida dell’arresto per una serie di reati che vanno dalla rapina impropria, alla resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale, lesioni aggravate, ricettazione e rifiuto di generalità.

Il processo si terrà domani mattina al Tribunale di L’Aquila con giudizio direttissimo. Procede il P.M. Fabio Picuti Sostituto Procuratore della Repubblica.