Sciopero dei medici di continuità assistenziale della Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila

Le organizzazioni sindacali Fimmg, Smi e Snami, hanno proclamato uno sciopero dei medici di continuità assistenziale della Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila per le giornate del 17, 18 e 19 luglio, dalle ore 20 alle ore 24.

 

Saranno garantiti i servizi pubblici essenziali, secondo le modalità che saranno stabilite dall’azienda sanitaria. Ne dà notizia il Dipartimento Salute e Welfare della Regione Abruzzo, secondo quanto stabilito dall’Accordo Collettivo Nazionale per la Disciplina dei rapporti con i medici di medicina generale.

 

La Direzione Asl sta utilizzando tutti gli strumenti esistenti per far fronte alla carenza di personale ma se gli specialisti non rispondono ai bandi e disertano lo scorrimento di graduatorie il problema diventa di ardua  soluzione”

Lo afferma il direttore generale facente funzione della Asl, Simonetta Santini.

“Per la radiologia recentemente abbiamo effettuato lo scorrimento della graduatoria del 2016 e, dei 23 specialisti interpellati, solo 3 hanno accettato”

“Ieri”, prosegue la Santini, “durante l’incontro col direttore del dipartimento di tecnologie pesanti, dr. Massimo di Pietro e alla presenza del dr. Antonello Fabbri della Uil, “è stata confermata la grave carenza di radiologi. Tra l’altro al momento, in tutta la Asl, 5 radiologhe non sono in servizio perché in maternità. Oltre a tutte le azioni già intraprese”, dichiara la Santini, “a fine estate faremo un nuovo avviso pubblico per reclutare altri specialisti della branca. Verranno profusi ulteriori sforzi per ripristinare lo screening della mammografia, un obiettivo prioritario dell’ azienda”