Pescasseroli, ad agosto il Premio Croce con Dacia Maraini

Pescasseroli. È prevista per il prossimo agosto la dodicesima edizione del Premio Nazionale di Cultura “Benedetto Croce”.

La manifestazione si tiene dal 2005 a Pescasseroli, luogo di nascita del grande filosofo abruzzese, e prevede un concorso letterario diviso in tre categorie (Narrativa, Saggistica e Giornalismo) e un riconoscimento alla Memoria. Stamani, nonostante le condizioni meteorologiche ancora molto difficili, si è tenuta a Pescasseroli una riunione del Comitato Organizzatore de premio, che ha visto la partecipazione della scrittrice Dacia Maraini, coordinatrice della giuria.

“Voglio dire con chiarezza che per manifestazioni di prestigio come questa c’è e ci sarà sempre il sostegno della Regione Abruzzo”, ha dichiarato il Consigliere Delegato alla Cultura Luciano Monticelli, anche lui presente alla riunione insieme al Dirigente Francesco Tentarelli. “Benedetto Croce, accanto a Gabriele D’Annunzio, Ignazio Silone ed Ennio Flaiano, è forse il più grande dei quattro giganti della cultura nazionale del Novecento prodotti dalla nostra Regione, e abbiamo il dovere di ricordarne e farne fruttare la memoria. La scelta di celebrarlo tramite un concorso letterario specializzato su diverse materie, inoltre, è particolarmente felice, perché Croce è stato insieme tante cose: filosofo, storico, grande letterato, impegnato militante antifascista”.

“Coloro che organizzano queste manifestazioni svolgono un servizio pubblico necessario – conclude Monticelli – Il minimo che possiamo garantire loro è che il sostegno pubblico alla cultura nella nostra Regione avvenga attraverso bandi di gara regolari, costanti e trasparenti: è un punto irrinunciabile del mio programma da Consigliere Delegato alla Cultura”.