Pescara, il pino coricato della Caserma di Cocco a simbolo d’Abruzzo

Pescara. Il Pino di Aleppo “coricato” dell’ex caserma Di Cocco candidato a Monumento naturale simbolo dell’Abruzzo. A dare notizia le associazioni ecologiste Coordinamento Nazionale Alberi e Paesaggio (Co.N.AI.P.a.) e Pro Natura Abruzzo.

Durante la manifestazione Green Day e Mamma Day 2015 organizzata dall’associazione Abruzzo Live il 9 e 10 maggio scorsi nel Parco dell’ex-caserma Di Cocco a Pescara, “l’albero – affermano le due associazioni in una nota – e’ stato trasformato nella ‘star’ per eccellenza delle due giornate, diventando location per fotografie di gruppo ed educazione ambientale. Gli esperti delle associazioni Pro Natura Abruzzo e Co.N.Al.Pa. Onlus hanno anche svolto delle visite guidate a gruppi di visitatori e turisti per far vedere da vicino il Pino ‘coricato’, spiegandone le caratteristiche botaniche e la storia di ‘albero coraggioso’ sopravvissuto agli eventi della natura e all’incuria degli uomini. Il fascino di questo albero straordinario ha colpito anche il presidente della Provincia di Pescara Antonio Di Marco e l’assessore regionale ai Parchi e alle Riserve Donato Di Matteo, che hanno espresso pubblicamente il proprio interesse a tutelare il pino ‘coricato’ per trasformarlo in un monumento naturale simbolo dell’Abruzzo.

Nella serata del 10 maggio anche il presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso ha visitato il grande albero. Tanto interesse verso il Pino ‘coricato’ anche dal Comune di Pescara che desidera valorizzarlo come un monumento verde della citta’. Da subito, le Associazioni Abruzzo Live, Co.N.Al.Pa. Onlus e Pro Natura Abruzzo si sono messe a lavoro sulla proposta di Monumento Naturale che sara’ presentata in contemporanea con la scheda di identificazione per il censimento nazionale degli alberi monumentali”. La proclamazione di Monumento Naturale avviene tramite decreto del presidente della Giunta regionale.



In questo articolo: