Pescara, scendono le denunce ma aumentano i denunciati

Pescara.  Tra il primo maggio 2014 e il 30 aprile 2015, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, i reati denunciati complessivamente a Pescara sono leggermente diminuiti, passando da 17.146 a 16.848, mentre le persone denunciate e arrestate dalla polizia sono aumentate: le denunce sono passate da 2.778 e 3.264 e gli arresti da 257 a 362.

Questi alcuni dei dati forniti stamani dal questore del capoluogo adriatico, Paolo Passamonti, nel corso delle conferenza stampa di bilancio dell’attivita’ che precede la Festa della Polizia, in programma domani, alle 10.30, negli spazi della questura. Oltre al “leggero calo dei reati, che e’ significativo in questo momento storico” e al fatto che la polizia ha “lavorato tantissimo” facendo registrare “un boom di arrestati”, Passamonti ha messo in evidenza che ci sono state “piu’ richieste dei cittadini al 113, e questo ci gratifica” (le chiamate sono passate da 65.120 a 69.527 e gli interventi della volante su chiamata al 113 sono aumentate da 14.960 a 16.530, da 41 a 45 al giorno). Tra i dati segnalati dal questore c’e’ quello sul sequestro dei beni, in particolare ai rom (per un importo di 3 milioni di euro), e “finalmente stanno arrivando le confische”, e anche quello sugli incidenti stradali, che sono passati da 771 a 871 di cui 7 con esiti mortali. Per quanto riguarda la polizia postale, oltre alle operazioni portate avanti in Abruzzo, e’ stato sottolineato il dato dei monitoraggi internet (sono stati 3.011 contro i 2.710 dell’anno precedente) mentre del Reparto prevenzione crimine e’ stato messo in evidenza l’aumento di venti unita’ e di nuovi mezzi di ultima generazione. S

ignificativa anche l’attivita’ della polizia di frontiera, con controlli piu’ efficaci grazie alle nuove apparecchiature, quella della Scuola di controllo del territorio, della Polizia ferroviaria e del Reparto volo, solo per citare alcuni degli uffici della polizia. Infine i servizi di ordine pubblico, che sono stati 2.000, di cui 500 solo a Pescara per manifestazioni di vario genere, a cui si aggiungono 754 servizi straordinari nelle zone piu’ calde della citta’, “con risultati soddisfacenti”. Sul fronte della prostituzione, le sanzioni amministrative contestate sono state 1.528. Passamonti si e’ soffermato sulle sette promozioni per merito che si annunciano per domani, che saranno “la parte piu’ importante della festa” e che lo rendono “orgoglioso”