Pescara, in piazza contro la lista dei ‘libri proibiti’

Pescara. Arriva anche a Pescara la mobilitazione a tutela dell’educazione alla diversità ‘Chi ha paura del libro cattivo?’, che si svolgerà domenica 13 dicembre in piazza Sacro Cuore, dalle ore 16:00 alle ore 19:00.

L’iniziativa, che si svolgerà contemporaneamente in diverse piazze d’Italia, è nata a seguito della decisione del sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, di mettere al bando dai luoghi d’istruzione 49 libri di favole per bambini che, a suo dire, sarebbero ispirati alla cosiddetta ‘teoria gender’, considerata un elogio alla diversità.

I ‘libri proibiti’ da Brugnaro provengono dalle migliori case editrici per ragazzi e affrontano il tema della discriminazione con l’intento di spiegare ai bambini a rispettare chi è diverso da loro: l’amico disabile, quello adottato, l’omosessuale, chi ha due mamme o due papà.

Contro questa ‘lista di proscrizione’, l’Arci ha promosso una grande mobilitazione in tutta Italia per evidenziare l’oscurantismo e la censura che accompagnano il vuoto normativo sul tema dei diritti civili, ma anche per contrastare la pretesa di imporre al Paese un arretramento culturale che cerca di impedire che il sistema scolastico educhi al rispetto delle differenze e alla parità di genere.

Qui il comitato locale Arci, con il patrocinio dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune, ha aderito all’iniziativa, promuovendo un momento di informazione, di formazione e di sensibilizzazione: domenica a piazza Sacro cuore si terrà una maratona di lettura incentrata sui 49 libri di favole messi all’indice, in cui si alterneranno personaggi pubblici e semplici cittadini; la videoproeizione dell’inchiesta ‘Ma il cielo è sempre più blu’, di Alessandra Ghimenti e un dibattito che vedrà protagonisti Tito Vezio Viola, presidente dell’associazione Italiana Biblioteche-sezione Abruzzo; Maria Vittoria Rambaldi e Paola De Nigris dell’associazione ‘Scosse’, di Roma, che coordina la rete nazionale di ‘Educare alle differenze’ e Giovanni Di Iacovo, assessore alla Cultura e alla Pubblica istruzione.

Ad oggi hanno già aderito alla manifestazione del 13 dicembre: Libreria Primo Moroni, FLA Pescara Festival, Associazione Movimentazioni, CGIL Pescara, CIDI (Centro di Iniziativa Democratica degli Insegnanti) Pescara, Biblioteca Provinciale di Pescara, Associazione La Formica Viola, Nati per Leggere Abruzzo, Biblioteca di Giampaolo, Associazione Scosse, Società Italiana delle Storiche, UAAR Pescara, Cattedra di Letteratura per l’Infanzia del Dipartimento di Scienze Filosofiche Pedagogiche ed Economico Quantitative dell’Università G. d’ Annunzio, Libreria Feltrinelli di Pescara, AIB Abruzzo, Osservatorio di genere di Macerata, CIDI Pescara, CRIC (Centro Regionale d’Intervento per la Cooperazione) Abruzzo.