Pescara, pattugliamento fisso in Piazza Sacro Cuore

piazza_sacro_cuore_012Pescara. Da settimane il Comune di Pescara è bersagliato di segnalazioni circa presenze ‘sospette’ nell’area adiacente la Stazione ferroviaria, ovvero l’asse che dallo scalo conduce direttamente in corso Umberto, attraversando piazza Sacro.  La passerella pedonale è ormai punto di ritrovo di utenti che  terrorizzano la cittadinanza, giovani e meno giovani che passano le giornate accampati sulle panchine, tossicodipendenti che cercano di strappare al passante di turno qualche spicciolo, magari anche improvvisandosi parcheggiatori abusivi dopo le 21.

Negli ultimi giorni la situazione di forte disagio si è èstesa ulteriormente coinvolgendo di nuovo piazza Sacro Cuore, dove ogni sera si alternano urla a fenomeni di palese degrado. I cittadini chiedono aiuto, chiedono protezione poiché ormai hanno paura a calcare le vie del centro cittadino anche solo per recarsi a gettare il pattume. Viste le molteplici segnalazioni, il Prefetto D’Antuono, il questore Passamonti e il colonnello Galanzi hanno deciso di attivare un Posto fisso di Polizia interforze che presidierà in modo stabile piazza Sacro Cuore attraverso una costante staffetta tra le Unità mobili di Carabinieri, Polizia di Stato e Polizia municipale. Il sistema di controllo punta sulla collaborazione concreta tra tutte le Forze dell’Odine. Da domani il comando del Presidio verrà assunto per tre giorni dalla Polizia municipale che poi, da lunedì, passerà le redini alla Polizia di Stato. “L’obiettivo è quello di ripristinare l’ordine pubblico e la percezione di sicurezza nelle aree adiacenti la stazione ferroviaria che non dovranno trasformarsi in una sorta di ghetto per clochard o utenti in condizioni di disagio”, ha detto il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia ufficializzando l’istituzione del nuovo dispositivo di controllo.
Le forze  pubbliche si alterneranno, proseguendo a rotazione fino a quando non verrà ripristinato un elevato livello di sicurezza in tutta l’area.

Monica Coletti



In questo articolo: