Pescara, caos movida in piazza Muzii: “Prefetto e questore in strada”

Pescara. Prosegue agitata la movida del centro, attorno al mercato coperto di piazza Muzii: schiamazzi in strada fino a tarda notte e residenti senza sonno tranquillo. Chiesto l’intervento in strada del Prefetto.

Non è bastata “l’Unità Mobile della Polizia municipale, parcheggiata dinanzi al mercato, con due soli agenti, alle 17, al momento dell’aperitivo, sino alla mezzanotte, com’è accaduto ieri” a placare gli schiamazzi che si generano durante le notti di movida di piazza Muzii. I malumori dei residenti di via Battisti e circondario continuano, dopo l’ennesima notte passata tra giovani e meno giovani che, all’uscita dai locali, “urlano sotto le finestre, fanno schiamazzi, e, nelle situazioni estreme, scoppiano risse o si lasciano andare a forme di vandalismo estremo, compreso il fare i bisogni all’aperto, sulle mura del mercato coperto appena riqualificato, o anche contro i portoni dei palazzi situati tutt’attorno, sotto gli occhi sconvolti dei cittadini che non osano più neanche protestare per paura. E la situazione è peggiorata da quando il Comune ha consentito l’apertura notturna del mercato coperto: all’interno della struttura si spara musica a decibel assordanti, e nonostante le richieste dei cittadini, nessuno ha effettuato delle misurazioni fonometriche”.

A riferirlo è il coordinatore cittadino di Forza Italia, Guido Cerolini, che al proposito invita “ufficialmente il prefetto di Pescara Francesco Provolo e il questore Paolo Passamonti a trascorrere una serata nel quartiere, soprattutto nel week end, per verificare con i propri occhi e sentire con le proprie orecchie cosa accade nell’area della ‘movida’ dalla mezzanotte in poi”.