Pescara, manifestazione contro filovia: niente musica perchè mancano i permessi

manifestazionePescara. Centinaia le persone presenti ieri pomeriggio in piazza Sacro Cuore. Tutti lì per ribadire il  proprio no alla filovia sulla Strada Parco. La manifestazione intitolata “Ambiente al centro” è stata organizzata dal coordinamento “No Filovia”. Nonostante le presenze però, non sono mancati gli imprevisti dell’ultima ora. A mancare è stato però il permesso  per l’impianto acustico.

Dopo infatti il repentino cambio di destinazione, la manifestazione in un primo momento era stata programmata in Piazza salotto, gli organizzatori, con a capo la “combattente” De Cecco, hanno rischiato persino di dover sborsare 550 euro per una multa, oltre al rischio denuncia per disturbo alla quiete pubblica. In Piazza sono infatti intervenuti gli uomini della municipale, che hanno riferito la mancanza dei permessi e nonostante gli organizzatori avessero persino pagato la Siae, sono stati costretti a chiudere l’audio e ad andare avanti con esibizioni “silenziose”. Primi minuti di sbandamento dunque, che però si sono presto risolti grazie all’allegria dei partecipanti e all’inventiva dei numerosi artisti che vi hanno preso parte. Così il desiderio di informare la Piazza tutta è prevalso su ogni cosa, e i sostenitori della Strada Parco non si sono lasciati di certo scoraggiare, hanno continuato urlando le proprie ragioni, mentre i cittadini non si sono di certo annoiati, è bastata la complicità dei tanti presenti a risolvere il pomeriggio.
In Piazza sono scesi inoltre anche numerosi politici, dal Pd all’Idv, passando per Rifondazione.
“Una manifestazione bella e partecipata” – ha commentato il segretario del Pd, Stefano Casciano, in prima linea alla manifestazione – tanti i pescaresi scesi in piazza per ribadire ai governanti che la voce del popolo va ascoltata, per questo Mascia e tutta l’amministrazione, non devono tralasciare questo campanello d’allarme. Il sindaco Mascia – ha sottolineato Casciano – dovrebbe fare un passo indietro, bloccare i lavori e dare ai cittadini tutte le risposte che chiedono. Questo non significa che la filovia non si debba fare, ma che almeno nessuno metta in dubbio il perché vada fatta”.

E intanto tutto il coordinamento prosegue la propria lotta e annuncia nuove manifestazioni, la prossima è già stata fissata per l’11 novembre proprio sull’ex tracciato ferroviario.

Mascia, dal proprio canto, non ci pensa un secondo a far pervenire smentite e rettifiche. “L’amministrazione comunale di Pescara non ha mai inteso censurare in alcun modo l’espressione libera e democratica del Comitato ufficiale anti-filovia”, dice Mascia. Per il cambio di destinazione della manifestazione il sindaco si giustifica dicendo che piazza Salotto era già stata impegnata per altre iniziative collegate alla domenica senz’auto. Dal sindaco sarebbe passato esclusivamente un atto da firmare, poichè  tutta la pratica di assegnazione degli spazi pubblici sarebbe stata svolta direttamente dagli uffici comunali. “Le pratiche relative alla concessione in uso dei siti cittadini per iniziative, feste e momenti di aggregazione popolare – ha precisato il sindaco Albore Mascia -, vengono sempre, in prima istanza, esaminate dagli uffici comunali che si occupano di occupazione del suolo pubblico, uffici che, nel caso specifico, hanno evidentemente verificato la precedente presenza di altre richieste per l’utilizzo della stessa area per altre iniziative, come, ad esempio, la richiesta depositata il primo ottobre 2010 per l’organizzazione di attività correlate alla ‘Riviera Senz’auto’. Intanto il Comitato ‘No Filovia’ resta in attesa di spiegazioni per la mancata kermesse.

A manifestazione conclusa, dal coordinamento cittadino “No filovia”, arrivano ovviamente i ringraziamenti. Ovviamente i primi della lista sono i partecipanti che hanno preso parte al pomeriggio in Piazza Scaro Cuore. Inoltre il Comitato precisa come essenziale sia stato il contributo economico dato dai Gruppi consiliari IdV, con in prima linea la Del Greco, PD e dalla Federazione di Sinistra.
“Nonostante questa ben riuscita manifestazione sia stata “gentilmente” trasferita da P.zza Salotto a P.zza S.Cuore e altrettanto “gentilmente” non ci sia stata la buona volontà del Sindaco ad ovviare ad una mancanza nell’autorizzazione a suonare dal vivo, – sottolinenano dal Comitato – l’evento è stato ugualmente ricco di contenuti grazia alla grande volontà di informare la città”.

Monica Coletti




In questo articolo: