Montesilvano, intrappolato nella casa del Comune: lo scivolo per disabili arriva a Natale FOTO

Pescara. Intrappolato in casa, sulla sedia a rotelle che lo sorregge: nelle case di proprietà del Comune di Pescara, in via Lazio 61 a Montesilvano, non ci sono le adeguate rampe per i disabili.

E’ la storia di Giuliano Ottavianelli, pensionato 71enne portatore di handicap, impossibilitato a uscire dal fabbricato a causa di due rampe, particolarmente ripide, situate nell’androne del palazzo, tra l’ascensore e il portone. Barriere architettoniche che per essere superate richiedono l’intervento di due persone in grado di sollevare la carrozzina. Per rendersi conto del disagio che vive l’anziano, l’assessore di alle Politiche sociali, Pari opportunità e Politiche abitative di Pescara, Antonella Allegrino, si è recata nell’abitazione accogliendo l’invito di Claudio Ferrante, presidente di Carrozzine Determinate, l’associazione che si è occupata più volte del caso

Entro dicembre saranno costruiti nuovi scivoli per risolvere il problema e in attesa aiuteremo l’uomo a entrare e uscire di casa”, ha promesso l’Allegrino, “L’amministratore del condominio ha assicurato che entro pochi giorni farà una convocazione straordinaria dell’assemblea a cui parteciperemo.

“Il Comune detiene solo il 49% delle quote millesimali, ma”, spiega l’assessore, “si può comunque agire in deroga, in caso abbattimento di barriere architettoniche, pur non avendo l’approvazione da parte della maggioranza. Se non ci saranno problemi, entro dicembre saranno costruiti nuovi scivoli facilmente accessibili dal signor Ottavianelli. Nel frattempo, attraverso i servizi sociali, ho predisposto che per due mesi possa usufruire dell’assistenza domiciliare, per un’ora al giorno, da parte di due persone che lo aiuteranno a uscire e a rientrare nel palazzo facendogli scendere e salire le rampe”.

Soddisfatto per l’interessamento da parte del Comune, Claudio Ferrante ha ringraziato l’assessore Allegrino: “che si è subito interessata al caso, nonostante si sia insediata da pochi giorni. A Natale faremo un bel regalo a Giuliano che, finalmente, sarà un uomo libero”.