Pescara, il Comune su Fb: “Scosse più forti e scuole chiuse”. Ma è un fake

Pescara. “Si comunica che dopo varie riunioni e sondaggi il movimento sismico sarà attivo a lungo termine e molto probabilmente ci saranno nuove forti scosse anche più forti di quelle a cui abbiamo assistito perciò per via precauzionale le scuole di ogni ordine e grado verranno chiuse fino al 25 novembre”. Un post falso, che riporta la firma dal sindaco di Pescara, Marco Alessandrini, e probabilmente pubblicato su una finta pagina Facebook del Comune, sta facendo il giro della rete nel capoluogo adriatico.

“Se ci dovessero essere danni molto accentuati potrebbe protarsi la data di riapertura delle scuole. Ricordiamo: le infrastrutture in caso di emergenza terremoto verranno evaquate”, si legge nel post, che presenta anche evidenti errori ortografici.

“Né il sindaco né l’amministrazione hanno mai inoltrato annunci simili; il messaggio è stato girato alle autorità competenti per le verifiche del caso”, fa subito sapere in una nota Palazzo di Città.

“Nessun avviso è mai partito da me né dal Comune per evacuare o chiudere le scuole causa terremoto – dice Alessandrini – Trovo davvero stupido e di dubbio gusto usare un dramma come quello che stanno vivendo migliaia di persone vicino a noi a causa del sisma, per guadagnare un giorno di vacanza”.

L’autore si scusa col sindaco

Il sindaco Marco Alessandrini ha ricevuto via messaggio le scuse da parte dell’autore del finto avviso di chiusura delle scuole, che ha affermato che si era trattato solo di una goliardata, anche se il suo post ha destato molto scompiglio durante la mattinata fra genitori e social network.

Dopo aver parlato anche con i genitori di questi, il sindaco ha deciso di non procedere con la denuncia, con l’auspicio che una situazione simile non venga a ripetersi, per buona pace delle famiglie pescaresi e soprattutto per il rispetto di quanti stanno vivendo in maniera diretta la paura e i disagi del terremoto nelle proprie terre d’origine.