Pescara, uomo trovato morto in un parco: mistero sull’identità

Pescara. Il cadavere di un uomo di circa 40 anni è stato rinvenuto nel pomeriggio in un parco di via Tavo, nel quartiere Rancitelli, a Pescara. I primi accertamenti escluderebbero la morte violenta: il decesso sarebbe dovuto a cause naturali o ad un’overdose. L’uomo, la cui morte risalirebbe alle ultime ore, non aveva documenti addosso. Al momento non è stato possibile identificarlo e sono in corso accertamenti da parte della Polizia.

Dopo una segnalazione al 113, sul posto sono intervenuti il 118 e personale della squadra Volante, Mobile e polizia scientifica, oltre al medico legale. Il cadavere era in un punto poco visibile. L’uomo era vestito con abbigliamento sportivo. Il parco in questione è spesso frequentato da tossicodipendenti. La salma è stata trasferita in obitorio, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Accertamenti a tutto campo da parte della Polizia. A Pescara non risultano denunce di scomparsa di persone, ma verifiche analoghe sono in corso anche nelle altre città.



In questo articolo: