Spoltore, ucciso a 17 anni da un male incurabile: città in lutto

Spoltore. Ucciso a 17 danni da un male incurabile, che lo ha consumato in meno di due mesi. E’ la storia di Gabriele Pietrangelo, ragazzo di Cavaticchi di Spoltore.

Il giovane, secondo quanto riferisce chi lo ha conosciuto, inizialmente presentava febbre alta. Tutti i controlli e gli accertamenti medici. Poi l’amara scoperta: leucemia. Un male terribile che nel giro di 40 giorni lo ha consumato ed ucciso.

L’intera comunità spoltorese è in lutto. Anche l’amministrazione comunale e il primo cittadino Luciano Di Lorito esprimono lo sconcerto per l’improvvisa perdita che ha colpito i genitori, Alessandra e Marcello, la sorellina Chiara e tutti i familiari.

“Mi unisco, a nome di tutta la cittadinanza e mio personale, al dolore della famiglia Pietrangelo per la prematura scomparsa di Gabriele” afferma il sindaco. “In momenti come questo è difficile trovare le parole giuste, la mancanza di un ragazzo così giovane lascia un vuoto incolmabile in tutta la comunità, una comunità sempre partecipe e solidale”.