Pioggia, grandine e vento su Pescara e provincia: danni e disagi VIDEO FOTO

Pescara. Problemi per il maltempo a Pescara e in provincia. Se sul capoluogo adriatico si è abbattuto un violento acquazzone, le aree interne sono state interessate da una grandinata con raffiche di vento fortissime.

Bloccata la circolazione sulla A25, tra i caselli di Chieti-Pescara e Alanno-Scafa, in direzione Roma, per consentire agli operai di Strada dei parchi di rimuovere i rami caduti sulla carreggiata a causa del vento.

Problemi anche nelle zone di Rosciano, Cepagatti, Manoppello, Alanno, Penne, Loreto Aprutino, Collecorvino e in tutto l’entroterra pescarese: un po’ ovunque alberi e pali caduti o pericolanti. Alcuni tetti, inoltre, sono stati danneggiati dal vento. Sul posto sono al lavoro i Vigili del Fuoco.

A Pescara un fulmine ha colpito uno stabilimento balneare, mettendo fuori uso l’impianto elettrico.

A Villareia di Cepagatti, in zona Casoni, il vento ha scoperchiato i tetti di almeno 6 abitazioni. Le raffiche e i detriti, che secondo i testimoni “schizzavano come proiettili”, hanno danneggiato gli edifici. Il Comune sta attivando il Coc per far fronte all’emergenza. Al lavoro Vigili del Fuoco e Polizia municipale.

Situazione critica anche a Rosciano. Numerosissimi gli alberi caduti, tra cui due querce secolari. In un caso un palo della luce è finito sul tetto di una casa. Divelte le coperture di alcuni capannoni agricoli. Case, garage e scantinati allagati.

“La vera emergenza – dice il sindaco Alberto Secamiglio – è per l’agricoltura. Almeno la metà dei terreni del territorio comunale è stata azzerata dalla grandine. Gli ortaggi sono andati distrutti, mentre gravi danni sono stati riportati dalle altre coltivazioni”.

In alcune zone vengono segnalati blackout. I tecnici di e-distribuzione, la società del gruppo Enel che gestisce la rete elettrica, sono impegnati negli interventi di riparazione.

CEPAGATTI

MONTESILVANO