Aeroporto d’Abruzzo: a settembre il 36% dei passeggeri in più del 2016

Pescara. Continua la crescita dei passeggeri dell’aeroporto d’Abruzzo: nel mese di settembre aumento del 36% sul totale passeggeri rispetto al 2016 e lo scalo pescarese consolida il secondo posto nella classifica degli scali sotto il milione di passeggeri.

Il mese di settembre si conclude con una serie di dati positivi per l’aeroporto d’Abruzzo. I dati traffico
confermano la crescita del numero dei passeggeri evidenziato dall’inizio del 2017. Il nono mese dell’anno ha
segnato un aumento in percentuale del 36% del numero dei passeggeri in arrivo rispetto al totale registrato nel
precedente anno.

A fine settembre sono stati 33.167 gli arrivi a fronte dei 24.386 dello scorso anno, mentre i
passeggeri in partenza nel mese di settembre quest’anno sono stati 34.107, un numero significativamente
superiore ai 26.489 del settembre 2016, con una crescita percentuale del 28.7%.

Passando ai movimenti, gli arrivi nel mese di settembre sono stati 278, con un aumento del 44,7% rispetto ai 192 del medesimo mese del precedente anno. Per quanto riguarda le partenze i dati riportano 277 movimenti totali a fine settembre, con una crescita in percentuale del +44 rispetto alle 192 partenze del settembre 2016. Anche i dati di traffico passeggeri da gennaio a fine settembre del corrente anno sono contrassegnati da una crescita che si assesta al 16,4%.

Il totale passeggeri dall’inizio del 2017 al 30 settembre è stato di 253.305 unità per gli arrivi, mentre nel precedente anno a fine settembre erano stati 217.551. Le partenze sono state in totale 256.258, a fronte di un totale di 220.763 passeggeri partiti nel medesimo arco temporale dello scorso anno, con uno scarto del +16%.

L’aeroporto d’Abruzzo consolida inoltre quest’anno un importante record, aggiudicandosi nuovamente il secondo posto, dopo lo scalo di Trieste, nell’ambito della classifica stilata da ENAC fra i 19 aeroporti con traffico sotto il milione di passeggeri annui.

Anche alcune rotte consolidate, come la Pescara-Bergamo, hanno evidenziato una crescita sicuramente sostenuta anche dai “viaggi in coincidenza”, la novità introdotta da Ryanair dall’inizio dell’estate. Dall’aeroporto d’Abruzzo ci si può imbarcare a Pescara con destinazione Atene o Madrid facendo uno scalo intermedio a Bergamo con un’unica carta di imbarco. Il viaggio in coincidenza è venduto dal vettore ad una tariffa solitamente conveniente ed offre al passeggero un servizio facilitato in quanto chi si imbarca a Pescara con destinazione finale Atene o Madrid non ripeterà il check-in nello scalo intermedio di Bergamo.

Relativamente alle cancellazioni dei voli poste in essere dalla compagnia Ryanair la Saga comunica che l’aeroporto d’Abruzzo per la stagione winter non è stato coinvolto sinora da alcun annullamento dei voli previsti nella programmazione del vettore irlandese.