Pescara, acqua potabile: “Nessun monitoraggio top secret”

Dopo le esternazioni di Armando Foschi, membro di Pescara Mi Piace, il comune di Pescara, nella persona dell’assessore all’ambiente, Simona Di Carlo, smentisce categoricamente il monitoraggio segreto dell’acqua nella scuola di Colle Pineta.

“E’ evidentemente l’ennesimo tentativo maldestro di allarmare inutilmente utenti e famiglie a cui Foschi ormai ci ha abituati: perché i prelievi di cui parla segreti non sono, anzi sono quelli che noi stessi abbiamo chiesto ad ACA e Asl e che abbiamo annunciato pubblicamente, durante una Commissione Ambiente da noi appositamente voluta per chiedere chiarezza sulla potabilità dell’acqua. E dai rilievi fatti fino ad oggi non emergono situazioni critiche nelle scuole controllate”.

“E’ falsa anche la circostanza che tali prelievi siano segreti tant’è che io stessa in queste settimane ho girato le scuole cittadine incontrando dirigenti e rappresentanti dei genitori per illustrare i monitoraggi e la situazione, dati alla mano. Così com’è falsa la notizia che i dati siano stati “secretati” dal Comune, perché la “fine” che gli esiti delle analisi effettuate fanno non appena ci vengono comunicati, è quella di essere tutti pubblicati in una apposita sezione del sito istituzionale. Prima di spacciarsi paladino in difesa della cittadinanza, è necessario che esista un’emergenza vera. E l’emergenza ad oggi non c’è”.