Mareggiate: la Regione paga gli scogli per Pescara sud

2012-11-01_12.18.11Pescara. Dalla Regione i soldi per intervenire d’urgenza contro le mareggiate sulla riviera sud. Da domani i sopralluoghi per preventivare la spesa per dei nuovi scogli.

Le ultime, violente mareggiate che nel ponte di Ognissanti hanno danneggiato gravemente alcuni stabilimenti al confine con Francavilla hanno costretto il comune ad invocare l’aiuto della Regione Abruzzo. La priorità è quella di accelerare i lavori di protezione della costa, ragion per cui un vertice è stato convocato e tenuto oggi a L’Aquila per chiedere soccorso e interventi di somma urgenza all’assessore all’Ambiente. E Di Paolo ha autorizzato il reperimento delle risorse necessarie per l’urgente posizionamento di scogli in posizione radente rispetto ai 3-4 stabilimenti balneari della riviera sud che risultano più pericolosamente esposti al rischio delle mareggiate.

Già domattina l’ingegner Visca della Regione Abruzzo potrebbe fare un sopralluogo con l’assessore comunale Del Trecco per verificare la situazione e dunque redigere l’esatta stima dei costi necessari. Nel frattempo, nel pomeriggio odierno è arrivato dal capoluogo di Regione il progetto preliminare per la realizzazione dell’ultimo pennello che verrà posizionato al confine tra Pescara sud e Francavilla al Mare, perpendicolare alla linea di costa, un’opera che, si spera, andrà a proteggere per sempre quel tratto di litorale dalla furia di altre eventuali mareggiate. L’intervento prevede anche la ricarica del pennello di scogli già esistente in corrispondenza dello stabilimento balneare Il Corallo, opera finanziata con fondi Por-Fesr. A redigere i progetti definitivi ed esecutivi e a procedere con la gara d’appalto sarà il comune di Pescara.