Pescara, calci e pugni alla commessa: arrestata taccheggiatrice

conadviadisottoPescara. Ruba trucchi e vestiti dal supermercato e aggredisce la commessa che la scopre. Calci e pugni per 70 euro: i carabinieri evitano il peggio.

Non ci ha pensato due volte prima di aggredire la cassiera che l’aveva scoperta a taccheggiare: Angela D’Amico, 36enne di Loreto Aprutino con precedenti penali a carico, è stata arrestata ieri sera per rapina impropria dai carabinieri dei Colli, dopo aver malmenato una dipendente del Conad di via Di Sotto.

Verso le ore 20.00, un’addetta alla vendita l’ha scoperta mentre nascondeva dentro uno zainetto capi di abbigliamento e cosmetici per un valore di circa settanta euro prelevato dagli scaffali del supermarket. Giunta alle cassa, però, la D’Amico si è limitata a pagare soltanto una confezione di riso, quindi la dipendente del Conad è intervenuta per fermarla prima dell’uscita. Per tutta risposta, la 36enne le si è scagliata contro colpendola con calci e pugni. Solo l’intervento immediato dei militari dell’Arma, avvisati nel frattempo, ha evitato che l’aggressione potesse avere più gravi per la povera commessa. Dopo aver recuperata la merce, i carabinieri hanno arrestato la donna, finita in galera presso il carcere di Chieti.