Provincia di Pescara: in arrivo 16 milioni di euro per le scuole superiori

Sedici milioni di euro: questo è il totale dei finanziamenti pubblici che la Provincia di Pescara potrà investire nel corso degli 2018/2019 per 9 istituti superiori di Pescara e provincia.

Oggi, nel corso di una conferenza stampa, il Presidente della Provincia Antonio Di Marco e il presidente della Regione Luciano D’Alfonso, hanno illustrato il percorso seguito per ottenere i fondi e i progetti ai quali sono mirati.

Fondamentalmente, si tratta di progetti riguardanti l’adeguamento e il miglioramento sismico e dunque la sicurezza degli edifici scolastici. Solo per due istituti, il Galilei di Pescara e il D’Ascanio di Montesilvano, serviranno a realizzare un’opera attesa da decenni: la realizzazione della palestra.

La sicurezza sugli avvenuti stanziamenti a favore delle scuole del pescarese è arrivata dopo le comunicazioni del CIPE e dell’Ufficio Speciale per la Ricostruzione, che destinano, per i diversi istituti, le seguenti somme:

N° ISTITUTO SEDE INTERVENTO IMPORTO
1 MARIO DEI FIORI PENNE ADEGUAMENTO SISMICO € 2.500.000,00
2 LICEO SAVOIA POPOLI ADEGUAMENTO SISMICO € 1.500.000,00
3 MISTICONI-BELLISARIO PESCARA ADEGUAMENTO SISMICO € 3.200.000,00
4 ACERBO PESCARA ADEGUAMENTO SISMICO € 1.700.000,00
5 MARCONI – SEDE PENNE MIGLIORAMENTO SISMICO € 2.100.000,00
6 MARCONI- SUCCURSALE PENNE MIGLIORAMENTO SISMICO € 611.065,00
7 SPAVENTA CITTA’ SANT’ANGELO MIGLIORAMENTO SISMICO € 1.221.700,00
8 D’ASCANIO MONTESILVANO REALIZZAZIONE DI PALESTRA € 1.400.000,00
9 GALILEI PESCARA REALIZZAZIONE DI PALESTRA € 1.500.000,00
10 CUPPARI ALANNO MIGLIORAMENTO SISMICO € 222.000,00
TOTALE € 15.954.765,00

“In questi tre anni – ha detto Antonio Di Marco – abbiamo raccolto la sfida lanciata dai dirigenti scolastici di ammodernare e rendere sicure le scuole. Abbiamo lavorato in sinergia con loro, i Sindaci, i Consiglieri provinciali sia di maggioranza che di minoranza, per portare a casa questo risultato. Questi finanziamenti – ha aggiunto – sono stati richiesti dalla Provincia nei mesi scorsi e ancora più insistentemente dopo il sisma del 2016 e sono stati ottenuti anche grazie alla “collaborazione istituzionale” con la Regione Abruzzo” .

“Qui si è creata una filiera istituzionale che funziona- ha aggiunto il Presidente D’Alfonso – grazie anche al contributo intelligente dei dirigenti scolastici. Ora abbiamo bisogno di altre “compiutezze” ma intanto abbiamo risolto problemi, come quelli della mancanza della palestra, che due licei aspettavano da anni”. “Ora – ha continuato il Governatore – bisogna appaltare i lavori. Le amministrazioni appaltanti (in questo caso la Provincia n.d.r.) possono procedere agli avvisi gara anche senza il trasferimento di fondi, in quanto sono finanziamenti definiti “di competenza” (ovvero già inseriti nel bilancio dello Stato e di fatto disponibili n.d.r.) che consentono di partire con l’iter procedimentale una volta acquisti i pareri degli enti preposti”.

“Laddove non esistono ancora i progetti esecutivi – ha concluso Di Marco – entro il 2018 si procederà alla loro redazione, alla richiesta dei pareri di legge, all’avvio del procedimento per l’appalto delle opere. Entro il 2019 si dovrebbero concludere le realizzazioni. Ma ci sono scuole in cui i progetti sono pronti e possiamo partire subito. E’ il caso dello Spaventa di Città S. Angelo, degli istituti di Penne danneggiati dal terremoto e delle palestre dei due licei di Pescara e Montesilvano”.