Pescara, prorogata la scadenza per chiedere i risarcimenti per l’alluvione

allagamenti_negoziPescara. Prorogato al 2 gennaio il termine per chiedere il risarcimento danni per l’alluvione. Firmata l’ordinanza per la messa in sicurezza della frana di Colle Breccia.

Formalmente ufficializzata oggi la proroga al prossimo 2 gennaio dei termini a disposizione dei privati, che hanno subito danni a causa dell’alluvione, per la presentazione delle richieste del risarcimento dei danni. Scade, invece, inderogabilmente oggi il termine per la presentazione delle richieste da parte degli Enti pubblici. I privati dovranno continuare a utilizzare i moduli predisposti dal Dipartimento della Protezione civile della Regione Abruzzo: le richieste dovranno essere inviate all’Ufficio Protocollo del Comune con il riferimento ai danni subiti sia ai beni immobili che mobili, ossia veicoli e barche, e le domande dovranno pervenire con una stima massima dei danni subiti, accompagnati da una perizia asseverata di un tecnico.

E questa mattina l’assessore alla Protezione civile Fiorilli ha firmato anche l’ordinanza che disponde l’immediata messa in sicurezza della scarpata di frana di via Colle Breccia, determinata dall’alluvione del primo e 2 dicembre scorsi. All’intervento, limitato alla sola scarpata di frana, dovranno provvedere le otto famiglie proprietarie delle aree, cinque delle quali dovranno restare fuori casa sino a quando non saranno state eseguite le opere. Gli stessi privati dovranno poi sottoporre le opere strutturali eseguite a tutela della viabilità e delle abitazioni sovrastanti a un monitoraggio geotecnico da parte di un tecnico abilitato dandone costante informazione al sindaco e alla struttura tecnica comunale per un controllo continuo dell’eventuale progredire della frana stessa. “Per ora”, spiega l’assessore, “la struttura tecnica comunale ha assunto tale provvedimento sul ‘caso’ di via Colle Breccia, provvedimento che però non è certamente esaustivo: le indagini geologiche sul sito stanno proseguendo proprio per individuare l’origine e le cause della frana, e, nell’attesa dei risultati, i tecnici del Centro Operativo comunale hanno ricompreso via Colle Breccia nella scheda comunale di richiesta di risarcimento danni che questa sera invieremo alla Provincia e, quindi, in Regione”.



In questo articolo: