Pescara, Sfamurri: ‘Eviteremo l’emergenza rifiuti’

Pescara. In vista della scadenza del contratto sullo smaltimento dei rifiuti, Sfamurri tranquillizza i cittadini del pescarese: “Ambiente Spa in anticipo su trattativa per rinnovo”.


Si terrà lunedì prossimo l’assemblea dei Sindaci per decidere sui provvedimenti da assumere rispetto al servizio di trasporto, trasbordo, smaltimento e trattamento dei rifiuti urbani dei Comuni della provincia di Pescara, in scadenza al 28 febbraio 2014. Lo annuncia Massimo Sfamurri, presidente della società pubblica dei rifiuti, Ambiente Spa, che tranquillizza tutti:”Eviteremo l’emergenza”.
“Dal 2 gennaio 2014”, riferisce Sfamurri, “la società si è attivata incontrando il dirigente del servizio Gestione rifiuti della Regione Abruzzo, concordando un ulteriore approfondimento l’8 gennaio con il Commissario unico straordinario già scelto dal Presidente della Regione Abruzzo prima addirittura della pubblicazione della sua nomina sul Bollettino ufficiale della Regione”

“La legge “, spiega ancora il numero uno di Ambiente Spa, “stabilisce anche un periodo di transizione di 120 giorni che scadranno il 6 marzo 2014 attraverso le disposizioni transitorie relative al servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani, mentre l’affidamento in vigore scade il 28 febbraio 2014. Per anticipare i tempi, gli incontri in Regione sono serviti come garantire il servizio durante la transizione. Per la procedura negoziata in atto, le difficoltà erano ampiamente conosciute dal Responsabile Unico del Procedimento e in parte dai Comuni e sono da individuare soprattutto nell’utilizzo in particolare di uno dei due centri di trasbordo e sono addebitabili ad altri Enti competenti sul sito in questione. Per tale motivo – conclude Sfamurri – ci sentiamo di tranquillizzare i cittadini, in quanto i Comuni Soci sono stati convocati in Assemblea lunedì 27 gennaio 2014, alle ore 15:30, presso la sede della società Ambiente spa per assumere i provvedimenti idonei atti ad assicurare la continuità del servizio, sentito il servizio Gestione rifiuti della Regione e d’intesa con il Commissario unico straordinario”