Iper Città Sant’Angelo, accordo per mobilità volontaria

Città Sant’Angelo. E’ andata avanti per ore la trattativa tra azienda e sindacati sugli esuberi all’Iper di Città Sant’Angelo.

L’intesa si è raggiunta sull’accettazione da parte della azienda della mobilità volontaria, con il criterio della non opposizione al licenziamento per coloro che volontariamente volessero accedere a tre anni di mobilità, che sarà incentivata con 11 mila euro lordi per i full time e 6000 mila per i part time.

Nel momento in cui sarà chiaro chi aderirà, e le adesioni dovranno avvenire entro pochissimi giorni, si procederà di nuovo alla solidarietà, come accaduto negli ultimi tre anni, per i prossimi due anni. Il tutto si dovrà chiudere entro il 31 dicembre, quando scadrà la solidarietà attualmente in corso.

“La decisione – dice Davide Frigelli della Fisascat Cisl – è stata sofferta e la discussione è andata avanti a lungo sia sul numero degli esuberi, che non è sceso rispetto a quelli dichiarati in precedenza, cioé 50-55 unità, che sulla percentuale della solidarietà, che chiediamo di non aumentare rispetto all’attuale 21 per cento, ma su questo punto abbiamo preferito prendere tempo e vedere quali saranno le fuoriuscite”. Domani le assemblee con i lavoratori alle 9, alle 10 e alle 16, per informarli sull’accaduto.