Ex assessore Civitarese, Pescarabici: “Riferimento autorevole e preparato”

La FIAB Pescarabici, esprime preoccupazione per quanto accaduto nel comune di Pescara, con le dimissioni dell’assessore Stefano Civitarese.

 

“Una grande e indubbia competenza messa nel macinino della politica e anche di certe fake news, di una politica incomprensibile ai più e ostaggio di una parte, e quindi non tutta, della categoria che più conta all’interno della comunità cittadina: i commercianti”, tuona la Federazione Amici della Bici.

“In questo anno e mezzo della sua partecipazione in Giunta, sono stati prodotti i più importanti e da tempo attesi documenti programmatici di attenzione allo sviluppo strategico della città e della mobilità in ambito urbano e metropolitano. Si è finalmente giunti a parlare di nuove strategie innovative, di sostenibilità e di scenari di lungo respiro: PUMS, PGTU, Biciplan, Rete di piste ciclabili, Mobility manager, Sicurezza stradale, Monitoraggi, e poi del Parco centrale (ex area risulta), del Polo del Sapere e della Conoscenza, della Cittadella dello Sport, e ancora: incontri pubblici, confronti sugli scenari futuri, fino alla prima edizione della grande vetrina degli Stati generali della Mobilità Urbana”.

“Le azioni che venivano gradualmente messe in pratica dall’ex assessore sono parte di un processo di pianificazione, quasi sempre di non facile e immediata comprensione. Ma proprio per questo motivo ci sono i processi partecipati”.

“Pur non essendo sempre e totalmente stati in linea su alcune idee progettuali, abbiamo avuto in lui un riferimento autorevole e preparato, nonché aperto alle innovazioni e alle progettualità anche da noi proposte. Non ci resta che sperare che il lavoro avviato dal Prof. Stefano Civitarese possa continuare, anche in previsione delle attività dei prossimi mesi”.