Montesilvano, il Comune “Spariti i clienti delle prostitute” Ma la pineta è invasa dai preservativi FOTO-VIDEO

Montesilvano. L’amministrazione Maragno torna a vantare l’efficacia delle azioni intraprese contro la prostituzione sulle strade cittadine, ma un gruppo di residenti mostra la pineta invasa dai “resti” del meretricio che si consuma nella pineta.

Il Nucleo anti prostituzione, creato appositamente all’interno del corpo della Polizia municipale, durante i controlli effettuati la scorsa settimana ha multato solo tre clienti,  tutte in un’unica uscita. «Evidentemente le attività di prevenzione messe in campo si stanno rivelando utili», spiega il tenente della Polizia municipale, Nino Carletti, «Le tre persone multate sono, come sempre, tutte di fuori città: una di Casalincontrada, una di Avezzano e una di Palombaro. Oltre ai frequentatori, che dovranno pagare la multa, hanno ricevuto l’ordine di allontanamento due transessuali».

Ma un gruppo di residenti di via Taro ci ha inviato una galleria fotografica e un video per mostrare come la pineta sia disseminata di preservatiti e fazzolettini lasciati – dicono gli autori della denuncia, riportata anche a carabinieri e vigili urbani – dalle prostitute che “operano” in zona, polemizzando proprio contro la campagna anti-prostituzione del Comune.