Montesilvano, picchia l’ex moglie e la lascia sanguinante in strada

Picchia brutalmente l’ex moglie in strada e, spinto dalla gelosia, si impossessa del cellulare della donna per guardare i suoi contatti e poi fugge, lasciandola a terra sanguinante.

 

L’episodio è accaduto questa mattina, alle 5.30, in viale Europa, a Montesilvano. Protagonista della vicenda è un 46enne residente a Pescara, che è stato subito rintracciato e arrestato dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Montesilvano per rapina e lesioni personali.

Il 46enne, accecato dalla gelosia, si è scagliato contro l’ex compagna, prendendola a calci e pugni, per controllare il suo telefono cellulare e verificare eventuali contatti con un altro uomo. In difesa della vittima, una donna di circa 40 anni, è anche intervenuto un residente della zona, ma invano.

All’arrivo dei carabinieri, allertati da una segnalazione al 112, il 46enne e’ invece fuggito, lasciando l’ex moglie a terra, sanguinante, piena di lividi ed ecchimosi. Poco dopo, e’ stato pero’ arrestato dai militari dell’Arma e trasferito in carcere, a disposizione della pm del Tribunale di Pescara, Rosangela Di Stefano.

La vittima, invece, e’ stata soccorsa dai sanitari del 118 e trasportata in ospedale per le cure del caso. La donna ha riportato una contusione cranica non commotiva, con frattura del naso, e una contusione all’anca destra. La prognosi e’ di 15 giorni.