Montesilvano ricorda le vittime delle Foibe

Montesilvano. La città si prepara a ricordare le vittime delle Foibe martedì 12 febbraio, con la consueta cerimonia in occasione del Giorno del ricordo, in memoria dei terribili eccidi contro la popolazione italiana del Friuli Venezia Giulia e della Dalmazia, durante la seconda guerra mondiale.

La cerimonia avrà inizio alle 10:00 in piazza Guy Moll con la deposizione di una corona al Monumento delle vittime delle Foibe.

Alla manifestazione parteciperà il sindaco, Francesco Maragno; la vicepresidente dell’associazione Venezia Giulia e Dalmazia, Donatella Bracali; il professor Oscar Ruberto; autorità civili e militari, i rappresentanti delle associazioni d’Arma, le scolaresche cittadine. La benedizione della corona sarà impartita da don Valentino Iezzi, parroco della chiesa Beata Vergine del monte Carmelo.

“E’ stata una pagina tragica per i nostri connazionali e una macchia indelebile nella storia dell’ex Jugoslavia”, dice il sindaco Maragno. “Dobbiamo tramandarne la memoria alle giovani generazioni che rischiano di perdere la conoscenza del passato. La storia deve prendere insegnamento dagli errori, tremendi, che l’uomo ha compiuto nel corso degli anni, per evitare che si possano ripetere”.

“Il silenzio che per decenni ha coperto l’orrore delle foibe (le grotte in cui vennero buttati  tanti cittadini italiani, in alcuni casi ancora vivi), e il conseguente esodo di centinaia di migliaia di persone da quelle terre, è stato finalmente squarciato. Ora dobbiamo ricordare quel dramma nel doveroso rispetto delle vittime”.