Pescara: 2 arresti e 3 denunce tra Rancitelli, San Donato e Fontanelle

Pescara. Continua l’operazione denominata “Periferie Sicure” portata avanti dai Carabinieri della Compagnia di Pescara, coadiuvati dalla Compagnia Intervento Operativo del 14° Battaglione “Calabria”, che, tra ieri pomeriggio e questa mattina, hanno battuto a tappeto i quartieri di Rancitelli, Fontanelle e San Donato.

Oltre a sottoporre a controllo oltre 110 persone, più di 80 autovetture, nonché numerosi soggetti ristretti presso le proprie abitazioni in regime di arresti e detenzione domiciliare, i militari hanno tratto in arresto 2 persone, denunciate 3, segnalata 1 alla locale Prefettura per uso di sostanze stupefacenti, nonché, congiuntamente al personale del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Pescara, hanno sottoposto a mirato controllo un noto esercizio commerciale della zona.

Nello specifico, i Carabinieri hanno tratto in arresto:
– A.S., 41enne in quanto destinataria di un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avezzano, dovendo espiare la pena di mesi 5 e giorni 23 di reclusione poiché riconosciuta colpevole del reato di furto in abitazione e dal quale si era sottratta dal 25 febbraio. divenendo di fatto irreperibile. Espletate le formalità di rito, l’arrestata è stata tradotta presso Casa Circondariale di Chieti su diposizione dell’Autorità Giudiziaria mandante ;
– S.D.F., 33enne Pescarese, con precedenti di polizia, già sottoposto agli arresti domiciliari e colto nella flagranza dei reati di evasione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, poiché, sottoposto a perquisizione personale in via Caduti per Servizio (fuori dal domicilio eletto senza alcuna autorizzazione dell’Autorità) e successivamente a perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di gr.3,50 di sostanza stupefacente del tipo “hashish” ed un bilancino elettronico di precisione. Arrestato, espletate le formalità di rito, è stato ristretto nuovamente presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari;

Sono stati denunciati a piede libero:
– per violazione del Testo Unico sulla Salute e Sicurezza sul Lavoro, il legale rappresentante di un noto esercizio commerciale, poiché, nel corso del controllo esperito nella mattinata odierna dai Carabinieri del N.O.R.-Sez.Radiomobile di Pescara, unitamente ai colleghi del locale Nucleo Ispettorato del Lavoro, è stata appurata la mancanza sia del “Documento Valutazione Rischi” che della prevista visita medica preventiva in favore di un dipendente;
– A.D.A., 43enne diChieti, con precedenti di polizia, per porto di armi ed oggetti atti ad offendere, poiché, durante un controllo  stradale, è stato trovato in possesso di 1 coltello della lunghezza complessiva di 15 cm., nascosto all’interno della borsa a tracolla;
– L.L., 36enne di Francavilla al Mare, con precedenti di polizia, poiché, sottoposto a perquisizione personale  è stato trovato in possesso di 1,60 gr. di eroina nonché di 3 flaconi da 50 mg. di metadone;

Infine è stato segnalato alla locale Prefettura per uso di sostanze stupefacenti:
– M.C., 22enne proveniente dalla provincia di Pescara, con precedenti di polizia, poiché, sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso di 2 flaconi da 50 mg. di metadone.