Pescara, aeroporto d’Abruzzo: “Lavoratori costretti a condizioni disumane” FOTO

Pescara. Sono Gianna  De Amicis, segretario regionale UGL, e Armando Foschi segretario UGL UTL Provinciale, a denunciare alcuni disagi con cui i lavoratori dell’aeroporto d’Abruzzo sono costretti convivere.

” Mentre i viaggiatori, su Facebook, mettono in evidenza il degrado che regna fuori dall’aerostazione”, affermano i due sindacalisti, mostrando le testimonianze fotografiche, “gli operai della Saga, addetti alla rampa e alle operazioni di carico e scarico bagagli, sono costretti a vivere in condizioni disumane”.
Un viaggiatore, sul gruppo Facebook Amici dell’aeroporto d’Abruzzo, ha infatti segnalato alcuni episodi di scarsa pulizia, mentre una nota inoltrata ai dipendenti lo scorso 29 agosto ha comunicato la chiusura degli spogliatoi, “sostituiti con locali alternativi”, a causa di lavori in corso nell’area est dell’aerostazione.
Le immagini, inoltre, mostrano lo stato dei bagni chimici e delle docce messe a disposizione dei dipendenti, giudicate “disumane” dai segretari UGL.