Pescara, ancora allerta meteo: il Coc rimane aperto

Pescara. Il Centro operativo comunale (Coc) di Pescara resta aperto, due giorni dopo l’eccezionale ondata di maltempo che si è abbattuta sul capoluogo adriatico e su gran parte della fascia costiera abruzzese: lo conferma il sindaco, Carlo Masci.

Una decisione legata anche al nuovo avviso di allerta ‘arancione’ diffuso, per sabato 13 e domenica 14, dal Centro funzionale della Regione Abruzzo. “Mercoledì scorso siamo rimasti tutti sorpresi, non avevamo avuto nessuna comunicazione, c’era solo allerta gialla, che si riferisce a temporali ordinari” dice Masci. Il sindaco sottolinea come a Pescara siano stati subito aperti i cantieri per ripristinare le condizioni di sicurezza nelle strade colpite dal nubifragio.

“Ci sono quattro imprese private che stanno lavorando con la somma urgenza, tutta la macchina organizzativa è partita subito, dalla sera stessa di mercoledì, e due aree di controllo sono state attivate, nel Coc e in Prefettura”, conclude il sindaco.

Da questa mattina, inoltre, 10 squadre da 2 operai, di cui una dotata anche di autospurgo, hanno operato per ripulire i tombini otturati dal temporale di martedì, per evitare ulteriori allagamenti.

Queste le vie interessate dagli interventi:
Vie Tibullo, dei petruzii, dei peligni, fonte romana, Paolini, Pepe, Marconi, D’AvLos, Bardet, piazza Grue, Rossetti, Spaventa, Firenze, Campania, Umbria, piazza sella repubblica, Bari, Nicola Fabrizi, Vittorio Emanuele, piazza S. Santo, L’Aquila, Firenze, Mazzini, Fabrizi, incrocio con via Trieste, corso Umberto.

E nel corso di una riunione operativa, il sindaco Masci e l’assessore alla Protezione Civile Eugenio Seccia hanno richiesto ai partecipanti – rappresentanti di ACA, Ambiente SpA, Pescara Energia, Responsabile del COC, e funzionari comunali – uno forzo organizzativo per affrontare la possibile nuova emergenza prevista come da avviso del Centro Funzionale della Regione Abruzzo.

Gli Enti coinvolti hanno intrapreso le seguenti attività:

– ACA SpA ha provveduto ad allertare le squadre degli elettromeccanici che dovranno intervenire sugli impianti di sollevamento e sugli scolmatori.

– Pescara Energia SpA, ha attivato 2 unità per complessive 6 persone da impiegare in caso di eventuali pericoli inerenti gli impianti di pubblica illuminazione, inoltre, è operativa una squadra di intervento dedicata agli impianti semaforici.

– Ambiente SpA, ha messo in campo 4 addetti per la rimozione del materiale alluvionato e 5 operatori dotati di mezzi meccanici per la rimozione di rifiuti ingombranti. Inoltre sono state dedicate 4 squadre alla pulizia dei tombini con l’ausilio di un autospurgo (da questa mattina sono stati liberati oltre 1.000 tombini e caditoie, gli interventi proseguiranno fino alle ore 22.00 di questa sera per poi riprendere alle ore 6.00 di domani 13 luglio). Ambiente SpA è costantemente impegnata nell’eliminare possibili detriti e residui presenti sul manto stradale.

– Il Centro Operativo Comunale rimarrà attivo fino alla definitiva conclusione dell’emergenza. Sono stati costituiti gruppi per monitorare le aree esposte a maggior rischio di dissesto idrogeologico. Per tutta la notte una squadra del Servizio Manutenzioni composta da 6 persone, resterà a disposizione pronta ad intervenire in caso di necessità.

Le strutture comunali al fine di garantire la salvaguardia della popolazione e la riduzione di possibili disagi, hanno disposto in via precauzionale la chiusura di parchi e cimiteri comunali nelle giornate del 13 e 14 luglio 2019 e per dare ricovero alle persone impossibilitate a rimanere nelle proprie abitazioni è stato allestito un punto di ricovero presso il palazzetto “Gianluca Evangelista”, sito in Via Orfento.

Il Centro Operativo Comunale risponderà ai seguenti numeri per le emergenze: 085 4283400 – 085 4283250 – 085 4283544