Pescara, blitz contro gli abusivi in via Rigopiano

Pescara. Operazione interforze anti abusivismo, dall’alba di oggi in via Rigopiano e via Passo della Portella a Pescara, nella zona delle palazzine Ater, teatro più volte negli ultimi mesi di episodi anche violenti, legati all’ occupazione abusiva di alloggi.

Sul posto, stanno operando decine di uomini del Reparto Mobile della Polizia di Stato, dei Carabinieri e della Guardia di Finanza. Presenti anche uomini dei Vigili del fuoco, i sanitari del 118 e della Polizia Municipale.
Gli uomini delle forze dell’ordine stanno provvedendo a sgomberi e sequestri degli appartamenti occupati. Nessun problema, dicono fonti di polizia, si sta registrando dal punto di vista dell’ordine pubblico. Sul posto anche il capo della Squadra Mobile di Pescara, Dante Cosentino.

L’operazione era finalizzata allo sgombero di quattro appartamenti di via Rigopiano occupati abusivamente, tutti di proprietà dell’Ater. I servizi, disposti dal Questore, Francesco Misiti, arrivano dopo le numerose riunioni svolte già dalla primavera in Prefettura, nel corso delle quali era stata affrontata la complessa problematica delle occupazioni abusive degli alloggi residenziali. Il dispositivo di ordine pubblico attuato questa mattina era finalizzato all’esecuzione di quattro decreti di sequestro preventivo degli appartamenti occupati, emessi dall’autorità giudiziaria dopo la denuncia dell’Ater. Tre dei quattro appartamenti erano occupati da nuclei familiari con minori e proprio per questo sono intervenuti i Servizi sociali del Comune che hanno attivato gli interventi di specifica competenza

 

ALESSANDRINI: OPERAZIONE STUDIATA DA TEMPO

“Le operazioni che si sono svolte stamane – spiega il sindaco Marco Alessandrini – rappresentato un’iniziativa attesa da tempo, per costruire la quale c’è stato un vasto lavoro preparatorio che ha coinvolto tante istituzioni che lo hanno concepito e attivato. Insieme abbiamo lavorato per dare una risposta chiara e netta rispetto a un problema che è molto sentito dalla cittadinanza, che è quello delle occupazioni abusive. Si tratta di fenomeni che vulnerano la fiducia delle persone nelle istituzioni e che generano conflitti e tensioni, perché uno dei bisogni maggiormente sentiti nella nostra città, come altrove, è la casa”.

“Per questa ragione – prosegue il primo cittadino – l’operazione scattata oggi è un’azione grande, pensata nei dettagli con il combinato disposto delle forze di Polizia, della Polizia Municipale, che ha seguito le attività quotidianamente anche con il nostro prezioso Gruppo di Intervento Operativo Nucleo Antidegrado, poi con la Asl e anche gli psicologi e gli assistenti sociali del Comune, perché tutti gli aspetti generati dal robusto stop dato a questo fenomeno andavano attentamente considerati e affrontati”.

PETTINARI: BATTAGLIA DA ANNI

È di sabato scorso la segnalazione del consigliere regionale del M5s, Domenico Pettinari che, nel corso di una conferenza stampa, aveva denunciato la situazione di grave pericolo, sul fronte sicurezza, di tanti residenti minacciati dagli abusivi.

E Pettinari, oggi, plaude all’operazione sulla sua pagina Facebook: “A seguito delle nostre denunce in questo momento è in corso una imponente operazione di polizia, carabinieri, guardia di finanza e vigili del fuoco, tesa allo sgombero degli abusivi nel quartiere popolare di Via Rigopiano a Pescara. Oltre 100 uomini delle forze dell’ordine impegnati a sfrattare i tanti criminali pluripregiudicati – scrive Pettinari nel suo post – contro i quali stiamo combattendo una battaglia in Regione da molti anni. Siamo fieri di aver contribuito a questa operazione di lotta alla criminalità – dice ancora Pettinari – e sicuri di poter ristabilire un minimo di legalità a tutela dei tanti cittadini onesti assegnatari regolari degli alloggi popolari”.