Pescara, caffè senza Iva: evasione da 1,2 milioni

Pescara I funzionari del Servizio Antifrode dell’Ufficio delle dogane di Pescara hanno scoperto nel settore dell’Iva intracomunitaria una evasione di imposta di circa un milione e duecentomila euro.

 

Autore dell’illecito una società con sede a Pescara che effettuava acquisti intracomunitari di caffè con provenienza da diversi Stati comunitari, senza la regolare tenuta dei registri contabili, omettendo sistematicamente il versamento dell’imposta, la presentazione delle dichiarazioni fiscali e degli elenchi riepilogativi degli acquisti intracomunitari effettuati.

Il legale rappresentante della società è stato denunciato alla locale Procura della Repubblica.