Pescara, controlli contro lo spaccio nelle scuole: sequestri e denunce

Pescara. Con l’inizio del nuovo anno scolastico, i Carabinieri della Compagnia di Pescara, nell’ambito della mirata campagna volta al contrasto del fenomeno dello spaccio e uso di sostanze stupefacenti all’interno o nelle vicinanze degli istituti scolastici della città, hanno rinnovato le attività di controllo e ispezione, condotte peraltro in stretta sinergia con i dirigenti scolastici, che già negli scorsi anni hanno permesso di scovare e sequestrare diversi quantitativi di sostanze stupefacenti.

Nello specifico, proprio nel corso della mattinata odierna, i militari hanno sottoposto ad approfondito controllo alcune scuole pescaresi, rinvenendo, grazie al prezioso ausilio dei cani antidroga in forza al Nucleo Cinofili di Chieti, 15 grammi di “marijuana” nei bagni degli studenti, nonché 2 “grinder” (tritaerba) intrisi della medesima sostanza stupefacente.

Nel corso del servizio, sono stati ottoposti a controllo più di 45 soggetti e 35 autoveicoli, segnalati due giovani alla locale Prefettura quali assuntori di sostanze stupefacenti, nonché denunciate 2 persone in stato di libertà per il reato di ricettazione.

In particolare: E.B., classe 1998, domiciliato a Pescara, poiché, sottoposto a perquisizione personale nell’area antistante la locale Stazione Ferroviaria “Pescara Centrale” , è stato trovato in possesso di un telefono cellulare risultato provento di furto; V.M., classe 1984 proveniente dalla provincia di Teramo, poiché è stato trovato, al Ferro di Cavallo, in possesso di un notebook risultato compendio di furto.