Pescara, l’Aeroporto d’Abruzzo punta sui pellegrinaggi

Pescara. Negli scorsi giorni il presidente della Saga – società di gestione dell’aeroporto d’Abruzzo – Enrico Paolini, si è recato a Roma per un incontro con i dirigenti dell’ Opera Romana Pellegrinaggi, tour operator specializzato nell’organizzazione di itinerari religiosi in Italia, Europa, Medio Oriente e altre destinazioni nel mondo.

L’Orp, come attività istituzionale del Vicariato di Roma, da 80 anni organizza pellegrinaggi nei Santuari Mariani, in Terra Santa, nelle principali mete dell’Europa Cristiana  e in luoghi di alto valore spirituale e culturale.

Nel corso dell’incontro, Paolini ha aperto un dialogo con il direttore generale Claudio Cecchini, con l’amministratore delegato Don Remo Chiavarini e con i rappresentanti dell’ufficio commerciale. “Ho voluto avviare questa finestra di collaborazione con ORP – ha detto Paolini – per riaprire un rapporto con la Chiesa e con il turismo religioso che ha nella nostra regione un ampio bacino di utenza. Abbiamo individuato delle simmetrie fra l’aeroporto d’Abruzzo e l’Opera Romana Pellegrinaggi. Alcune fra le destinazioni servite dallo scalo pescarese, in particolare Varsavia, Cracovia e Bucarest, sono mete di grande attrattiva nel comparto del turismo religioso. Fra le varie opportunità considerate con i vertici aziendali di Orp abbiamo ipotizzato la concreta possibilità dell’utilizzo dell’aeroporto di Pescara per viaggi religiosi organizzati”.

Fra settembre e ottobre è prevista l’organizzazione – a cura di Saga e di Orp – di una giornata informativa che si svolgerà presso l’aeroporto d’Abruzzo. L’educational servirà ad informare i parroci del bacino di utenza di Abruzzo, Molise, e regioni limitrofe, alta Puglia e zona sud delle Marche, delle possibilità di organizzare pellegrinaggi per i fedeli interessati a questo tipo di esperienza spirituale.