Pescara, omicidio Neri: sei arresti per spaccio di droga ed estorsione

Dalle prime ore dell’alba i carabinieri del Nucleo Investigativo di Pescara, stanno eseguendo sei ordinanze di custodia cautelare in carcere ed ulteriori perquisizioni domiciliari nelle province di Pescara, Chieti e Teramo.

I provvedimenti sono stati disposti dal gip del Tribunale di Pescara, su richiesta della locale Procura, nell’ambito delle indagini scaturite dall’omicidio di Alessandro Neri, il giovane di 29anni ucciso a colpi di arma da fuoco e trovato morto l’8 marzo 2018 a Fosso Vallelunga, alla periferia di Pescara.

Le accuse contestate sono di spaccio di stupefacenti, estorsione, detenzione abusiva di armi e danneggiamento, relativamente a fatti accertati nel capoluogo pescarese. Impegnati circa 80 carabinieri, unita cinofile ed eliportate.