Pescara, portierato del Comune: “Dipendenti a rischio licenziamento”

Pescara. “I 4 dipendenti della società Aquila Srl, addetti al servizio di portierato del Comune di Pescara, rischiano il licenziamento a partire dal 31 gennaio 2019, ossia tra sei giorni”.

A riferirlo è Armando Foschi, referente Ugl che oggi ha preso parte alla Commissione Vigilanza, Controllo e Garanzia convocata in via d’urgenza sulla problematica. “È questa l’unica certezza”, spiega Foschi, “che oggi è emersa dalla seduta della Commissione dove l’assessore Simona Di Carlo ha ventilato un ritrovato accordo con la società stessa per una proroga del contratto sino al 30 giugno in attesa della nuova gara. Un accordo già smentito all’Ugl dal titolare della società stessa, disponibile a quella proroga solo se verrà cambiato il contratto con la cancellazione di una clausola inserita ex novo dal Dirigente comunale Molisani secondo la quale dovrebbe essere riconosciuto alla sua persona il ‘potere di impartire apposita direttiva in ordine all’utilizzo del personale per lo svolgimento del servizio stesso’, che è invece una prerogativa esclusiva del datore di lavoro”.

Nnon c’è a oggi, 25 gennaio, alcuna intesa tra le due parti e a fare le spese dell’ennesimo capriccio della giunta Alessandrini, saranno i lavoratori, sulla cui sorte Ugl ha già acceso i riflettori”, conclude il sindacalista.