Pescara, terrorismo: attacco simulato all’Aeroporto d’Abruzzo

Pescara. Domani mattina l’aeroporto d’Abruzzo sarà lo scenario della simulazione di un attacco terroristico.

L’esercitazione fa parte dei protocolli previsti dal piano di sicurezza aeroportuale “Leonardo da Vinci” e prevede l’attuazione, in tempi brevissimi, di una serie di interventi che hanno l’obiettivo di mettere in sicurezza i passeggeri e le persone presenti in aeroporto al momento dell’attentato.

L’attacco  si svolgerà sia internamente, nell’area landside, che nel piazzale del parcheggio aeroportuale, con l’ausilio di un drone.  L’esercitazione avrà luogo nell’arco temporale 10-12, in una fascia oraria nella quale non  sono previste partenze e arrivi.

Durante la simulazione i passeggeri e tutto il personale aeroportuale verranno fatti evacuare, come previsto dal protocollo di sicurezza.

Tutte le operazioni di messa in sicurezza dell’aeroporto e dei civili verranno dirette e coordinate dal dirigente della Polizia di Frontiera Dino Petitti, unitamente alle autorità competenti.

Interverranno insieme agli agenti della Polizia di Frontiera, gli Artificieri della Polizia di Stato, gli Operatori del 118, i Carabinieri, i Vigili Urbani e i Finanzieri.

“La simulazione di emergenza terroristica in aeroporto – afferma il presidente della Saga Enrico Paolini – costituisce un fondamentale elemento di valutazione e perfezionamento delle procedure volte a garantire la massima sicurezza dello scalo e dei cittadini che utilizzano lo scalo”.