Città Sant’Angelo, trasportava materiale esplodente senza autorizzazioni: denunciato il conducente del furgone VIDEO

Pescara. Non ha soste l’azione di contrasto ai crimini da parte delle Fiamme Gialle di Pescara che, anche durante il lungo ponte tra fine aprile e inizio maggio, hanno intensificato i controlli lungo le principali arterie di collegamento del capoluogo pescarese e nelle aree sensibili e piu’ a rischio della citta’.

In particolare, nell’ambito di pianificati servizi predisposti per la prevenzione e la repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, pattuglie dei “Baschi Verdi” e “Unita’ Cinofile” del Gruppo di Pescara, comandato dal Maggiore Marco Toppetti, hanno intensificato i controlli nelle aree verdi pubbliche del centro cittadino.

Proprio in questo contesto, hanno proceduto alla denuncia a piede libero di due soggetti extracomunitari sorpresi in possesso di droga, ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti nonche’ alla segnalazione amministrativa di 4 giovani italiani, in quanto assuntori. L’attivita’ di polizia ha portato al sequestro, di un totale di 50 grammi circa tra marijuana ed hashish, e consentito di rendere piu’ sicura e tranquilla la fruizione di questi spazi pubblici da parte di adolescenti e famiglie, nelle giornate festive e del fine settimana.

Inoltre, le attivita’ di controllo hanno spaziato anche in altri settori di servizio. Infatti, nel fine settimana, una pattuglia dei “Baschi Verdi”, nonostante il notevole afflusso di veicoli, ha intercettato un furgone nei pressi del casello autostradale A14 di Citta’ Sant’Angelo. Il veicolo, condotto da un pescarese di 25 anni, risultava trasportare un grosso quantitativo di materiale esplodente, il cui trasporto da un primo sommario controllo era risultato non regolarmente autorizzato. Per questo motivo e al fine di approfondire l’accertamento anche sulla documentazione amministrativa necessaria al trasporto di questo tipo di merce, il veicolo è stato condotto presso la societa’ da cui era partito il materiale, anch’essa situata nel pescarese. Dal controllo è risultato che il materiale trasportato, pari a 56 kg, viaggiava senza la necessaria autorizzazione rilasciata dal Prefetto di Pescara. Inoltre, durante le fasi di controllo analitico della merce, sono stati rinvenuti a bordo del veicolo anche 91 “fuochi proibiti” non classificati da alcuna etichetta. Tutta la merce e’ stata sequestrata e il conducente del veicolo denunciato a piede libero alla Procura Pescarese.

L’attivita’ eseguita testimonia il concreto impegno della Guardia di Finanza a tutela dell’incolumita’ fisica e patrimoniale del cittadino, espressione di quella tutela della sicurezza pubblica cui il Corpo e’ costantemente partecipe.