Popoli, sopralluogo della Provincia all’Istituto “Amedeo di Savoia” FOTO

“Oggi sono in condizione di assicurare che entro l’estate i lavori saranno conclusi e i ragazzi avranno la loro scuola totalmente sicura e funzionale per l’anno scolastico 2018/19”. Lo afferma il presidente della Provincia Antonio Di Marco al termine del sopralluogo effettuato ieri nell’Istituto Onnicomprensivo di Istruzione Superiore “Amedeo Savoia” di Popoli.

 

Il Presidente era accompagnato dalla dirigente scolastica Patrizia Corazzini e dalla vicepresidente della Provincia Silvina Sarra.

Dal 2016 la Provincia di Pescara sta effettuando consistenti lavori di consolidamento dell’edificio, danneggiato dal terremoto de l’Aquila. L’edificio scolastico era stato sensibilmente danneggiato dal sisma del 6 aprile 2009 e successivamente dichiarato inagibile. La popolazione scolastica pertanto si è dovuta adattare a situazioni provvisorie, spostandosi nell’edificio attiguo del liceo scientifico e utilizzando per le lezioni l’Auditorium al servizio dei due edifici. Gli interventi ,assegnati alla ditta RTI Chiola Angelo s.r.l./Iervelli costruzioni s.r.l., per un importo pari a € 653.596,99 e consegnati nel giugno del 2016, hanno però subìto un’interruzione, i quanto durante l’esecuzione dei lavori sono emerse alcune problematiche che hanno comportato la necessità di redigere una perizia di variante e suppletiva e di disporre una momentanea sospensione parziale dei lavori. Attraverso la suddetta perizia di variante è stato possibile recuperare le economie di gara (pari ad € 64.686,29) e si è potuto effettuare un ulteriore miglioramento della sicurezza strutturale dell’edificio, con il raggiungimento di un indice di vulnerabilità sismico pari a 0,76.

“Ho constatato – dichiara Di Marco- che gli interventi strutturali sono praticamente conclusi: è stata ricostruita la muratura danneggiata e sono stati terminati gli interventi di rinforzo dei solai con i profilati in acciaio. C’è ancora da fare, ma si tratta ora di interventi di rifinitura, relativamente ai pavimenti e alla ripulitura delle pareti. La ditta mi ha assicurato che tutto sarà concluso entro la prima decade di luglio. Intorno al 15 luglio potremo inaugurare la scuola rinnovata, per iniziare l’anno scolastico 2018/2019 nel migliore dei modi: restituendo al liceo scientifico le aule che aveva prima del 2009, dando spazio ai laboratori dell’IPSIA, accogliendo meglio di prima gli studenti portatori di disabilità. Una scuola ampia e spaziosa, che sicuramente darà impulso a nuove iscrizioni”.

L’opera rientra nell’ambito del Piano “Scuole d’Abruzzo – Il Futuro in Sicurezza”, un piano di interventi in materia di edilizia scolastica avente per finalità il raggiungimento di un livello di riduzione del rischio sismico degli edifici scolastici danneggiati dal sisma del 6 aprile 2009, su fondi assegnati alla Regione Abruzzo con Delibera CIPE n. 47/2009.