Rigopiano, sindaci a Montecitorio per i risarcimenti alle famiglie delle vittime

Montesilvano. Incontro a Montecitorio, questa mattina, convocato dal Consiglio dei Ministri per stabilire le modalità attuative delle elargizioni alle famiglie delle vittime di Rigopiano previste dal decreto legge che ha stanziato, complessivamente, risarcimenti per 10 milioni di euro.

La riunione, alla quale hanno partecipato parte diversi sindaci abruzzesi e delle altre regioni di provenienza delle vittime della tragedia del gennaio 2017, è servita per poter individuare i criteri di assegnazione alle famiglie beneficiarie delle elargizioni statali, nonché le modalità di quantificazione delle somme spettanti a ciascuna famiglia e a ciascun soggetto.

“Dopo tante indecisioni iniziali da parte dei presenti”, riferisce il Ottavio De Martinis, sindaco di Montesilvano, dove abitano cinque degli undici sopravvissuti, tra cui la famiglia Parete con due bambini, “ho proposto di costituire una commissione per valutare i criteri di ripartizione delle somme stanziate e ad unanimità è stato deciso che la commissione sarà composta da rappresentanti di Ministero della Salute, Ministero dell’Interno, Inps e Inail e quattro rappresentanti dei Comuni, tra questi il sindaco di Loreto Aprutino Starinieri, di Città Sant’Angelo Perazzetti, di Atri Perfetti e il sindaco del comune di Pioraco (Marche) Torresi”.

La commissione sarà attivata a settembre e i sindaci sono stati scelti a seconda del numero delle vittime residenti nei loro comuni. La seconda proposta accolta prevede, che dopo aver valutato requisiti e linee guida, si proceda verso un’emanazione di avviso a cui parteciperanno i familiari delle vittime, presentando tutti i documenti del caso.

Prima di avviare la riunione dei sindaci presenti ai tavoli di commissioni, ai primi di agosto si svolgerà a Montesilvano un incontro preliminare per ragionare sui criteri delle linee guida. “Ringraziamo il Consiglio dei Ministri – conclude il sindaco De Martinis – per aver coinvolto il nostro Comune in questa fase delicata, domani concorderemo la data esatta dell’incontro di agosto, che si svolgerà nella nostra città. Siamo soddisfatti degli accordi e delle soluzioni raggiunte e siamo certi che i familiari delle vittime di Rigopiano potranno avere un contributo economico importante, che non allevierà di certo il dolore della perdita, ma potrà essere utile per continuare a sostenere le spese legali e giudiziali”.