Sessanta fagiani lanciati nel pescarese per la “pronta caccia”

Pescara. Sessanta fagiani sono stati immessi sul territorio pescarese nelle ultime ore  dalla sezione provinciale Italcaccia per la “pronta caccia”.

“Con un piano di lancio ben dettagliato, frutto di uno studio attento sulle zone idonee alle specie”, spiega una nota dell’associazione dei cacciatori, “sono state scelte alcune aree nei comuni di Città Sant’Angelo, Collecorvino, Moscufo, Spoltore e Torre de Passeri.

La scelta della associazione venatoria per l’immissione della selvaggina è stata orientata “sui territori dove esiste una maggiore pressione, da parte dei cacciatori e, soprattutto, senza trascurare che questa specie stanziale è l’unica resa cacciabile dal 16 Settembre 2018″.

Il lancio di fagiani ha riscosso particolari apprezzamenti da parte dei cacciatori che, tra l’altro,  hanno assistito all’immissione. “ Queste operazioni fatte, nel periodo di caccia aperta”, chiarisce Gabriele Ermesino, Presidente Provinciale Italcaccia, “vanno ad incrementare le zone ritenute più sfruttate dal cacciatore, in seguito al buon ripopolamento fatto dall’ATC di Pescara.Il lancio di selvaggina ‘pronta caccia’, già nel passato, hanno fornito ottimi risultati anche in altre Regioni d’Italia, dove gli esemplari rimasti in vita hanno ripopolato zone idonee”.

Sarà cura di questa Associazione” aggiunge il Presidente, “ripopolare a chiusura della stagione venatoria questi luoghi  con l’immissione di 5 fagiani riproduttori per ogni comune. L’Italcaccia, oltre ad effettuare iniziative del genere e manifestazioni cinofile di alto livello, è spinta anche verso il controllo del territorio, realizzato con le proprie guardie volontarie venatorie, controlli su tutta la provincia di Pescara al fine di tutelare i diritti di ogni cacciatore”.