Tocco da Casauria perde il patron dei vini: addio a Lorenzo Filomusi Guelfi

È morto stamattina Lorenzo Filomusi Guelfi, proprietario dell’omonima cantina di Tocco da Casauria e patron dei vini casauriensi.

Conosciuto per i suoi prodotti in Italia e nel mondo, Filomusi Guelfi si è spento ad 80 anni nella sua abitazione di Pescara. Nato nel 1938 a Roma e discendente di una famiglia di nobili – tra i nomi di spicco c’è Francesco Filomusi Guelfi, docente, politico, senatore del Regno d’Italia e insegnante del principe ereditiero Vittorio Emanuele III – Lorenzo Filomusi Guelfi prese in mano le redini dell’azienda di famiglia, attiva fin dal 1700, nel 1982, selezionando ed affinando la produzione vinicola e proponendola al mercato della ristorazione e delle enoteche.

L’azienda, che si estende su 17 ettari in contrada Ceppo a 255 metri sul livello del mare, si trova in un antico edificio del 1600 vincolato dal Ministero dei Beni culturali, adeguato dal punto di vista strutturale e tecnologico.

Nel corso degli anni, sotto la direzione di Lorenzo Filomusi Guelfi, la cantina è cresciuta ed ha iniziato a distribuire i suoi prodotti fuori regione e all’estero.

L’azienda è oggi gestita dalla moglie Amelia e dai figli Alessandro e Giovanni. I funerali verranno celebrati domani, alle 16.30, nella chiesa della Madonna delle Grazie, a Tocco da Casauria.