Pescara, Mazzocchetti all’assemblea nazionale AVIS

avispescaraPescara. Il tenore pescarese Piero Mazzocchetti oltre che ambasciatore della città e dell’Abruzzo è già da tempo testimonial dell’Avis, l’Associazione Volontari Italiani del Sangue che da domani si appresta ad aprire a Pescara la 74° assemblea nazionale.


Proprio per il connubio tra l’artista, l’Associazione e il territorio, il Consiglio Direttivo Avis e l’Amministrazione comunale di Pescara hanno scelto di offrire ai delegati riuniti un concerto che Mazzocchetti terrà domani sera al Cinema Massimo alle ore 21:30. Alla conferenza di presentazione dell’evento, tenutasi oggi nella Sala Giunta del Palazzo di Città, hanno presenziato oltre all’artista e al sindaco Luigi Albore Mascia, i vertici regionali e locali dell’Avis insieme al Presidente Nazionale Enzo Saturni. Queste le parole di Saturni: “ ci tenevamo a tenere questa assemblea in Abruzzo, sia per dimostrare ancora una volta la nostra vicinanza alle zone colpite dalla tragedia del terremoto – l’Avis ha donato 300000 euro per la ricostruzione della casa dello studente e domattina una delegazione si recherà proprio in visita a L’Aquila – sia per dare il giusto plauso alla capillare attività ‘avisina’ svolta in questo territorio”.
Saturni ha poi ringraziato il Sindaco e il tenore per la disponibilità e la collaborazione, premiando entrambi con un’opera plastica che l’artista Giorgio Facchi ha realizzato in occasione dell’ 80° anniversario dell’Associazione, ricordando l’importanza che questi testimonial rendono all’attività di volontariato come persone vere e per il loro impegno che va oltre metterci la faccia. Lo stesso Mazzocchetti, pronto a partire per Miami per l’avvio della sua tournee internazionale, ha ringraziato l’associazione: “Grazie a voi per aver scelto me per far parte di questa famiglia fatta di persone per bene, e con grande orgoglio e vanto ho accettato l’invito del Presidente Comunale Pollio e dell’amico-sindaco Mascia”; ha poi concluso ricordando l’importanza della musica come portatrice di un messaggio di solidarietà, aggiungendo: “farò un particolare omaggio a Caruso, con la canzone di Dalla, che scioglie il sangue nelle vene, il sangue è anche un componente fondamentale della musica per diffondere il messaggio universale che essa porta e che in queste occasioni fa sentire il mio non come un lavoro ma come una missione”.
Il Presidente regionale dell’Avis Pasquale Colamartino ha infine concluso: “Questo concerto lancia le quattro giornate dedicate alla donazione, che vedranno 1500 presenze da tutta Italia e saranno una grande vetrina per la regione e per l’intero sistema trasfusionale che nel territorio, grazie ad una rete capillare riesce a garantire supporto sanitario a moltissimi malati. Per questo ringrazio il Sindaco e Piero, due persone vere delle quali la società ha bisogno”.

Daniele Galli