Pescara, Vincenzo Olivieri apre la raccolta fondi per gli allevatori abruzzesi colpiti dalla neve

Pescara. Apre con lo spettacolo di Vincenzo Olivieri ‘Abruzzese 2.0’ la raccolta fondi ‘Sul tratturo della solidarietà’.

Lo spettacolo si terrà domani, giovedì 15 giugno al teatro Circus su iniziativa promossa dalla sezione Abruzzo del Corpo Ausiliario di Soccorso Internazionale San Silvestro (Casiss).

Spettacolo e raccolta fondi sono in favore dei piccoli allevatori abruzzesi colpiti da emergenza neve e terremoto dello scorso gennaio. L’intero ricavato della campagna sarà destinato all’acquisto di ovini e forniture di fieno e all’eventuale erogazione di contributi per la ricostruzione degli edifici agricoli, resi inagibili dalle calamità naturali.

La raccolta fondi si protrarrà sino al 31 luglio, attraverso la pagina Facebook“Casiss – Sul tratturo della solidarietà” o il sito www.casiss.it.

Il cammino Sul tratturo della solidarietà si concluderà ufficialmente a settembre, con la consegna degli ovini agli allevatori destinatari dell’iniziativa, individuati anche con la collaborazione della Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università di Teramo: per l’occasione è in programma un altro evento con la partecipazione di Vincenzo Olivieri, che da abruzzese doc sin dall’inizio ha sostenuto la causa.

“L’iniziativa intende anche rendere omaggio a quelle piccole aziende agricole che hanno saputo fare dei prodotti della tradizione agropastorale abruzzese un’eccellenza della gastronomia italiana, come il pregiato Pecorino di Farindola o gli arrosticini”, afferma Fabrizio Mechi, presidente nazionale Casiss. “Allo stesso tempo, i nostri allevatori, con il loro lavoro, mantengono in vita quella tradizione pastorale, nella quale affonda le radici l’identità storica, culturale e artistica del nostro Abruzzo”.

Nell’ideazione della campagna i volontari del Casiss Abruzzo si sono ispirati al successo di Sa Paradura, iniziativa che ha visto tra i promotori i colleghi sardi e che lo scorso 2 aprile ha portato a Cascia ben mille pecore per i pastori umbri colpiti dal terremoto.

Ingresso a libera offerta, a partire da 10 euro; biglietti disponibili presso l’agenzia di viaggi Carinci a Pescara (zona stazione centrale) e presso la biglietteria del teatro Circus.