Pianella-Loreto, strada provinciale chiusa da 4 mesi: l’appello alla Prefettura

Pianella. Chiusa da 4 mesi la strada provinciale n. 20 che collega Pianella a Loreto Aprutino-Cartiera, in attesa di lavori per ripristinarne la viabilità.

Si rivolge direttamente al prefetto di Pescara il sindaco di Pianella, Sandro Marinelli, che con il capogruppo regionale di Forza Italia, Lorenzo Sospiri, chiede alla Prefettura di intervenire sul problema, sebbene la cosa spetterebbe alla Provincia.

“Abbiamo tentato in tutti i modi di trovare una soluzione condivisa con la Provincia di Pescara”, ha affermato il sindaco Marinelli, “ma ormai vige un clima di rassegnazione e immobilismo sia nella componente politica che in quella tecnica che non è più accettabile e per tale ragione invochiamo l’intervento sostitutivo del Prefetto”.

“Ho già più volte chiesto alla Provincia di Pescara di procedere al recupero coattivo dei 450.000 euro che la società Strade dei Parchi deve pagare a titolo di COSAP arretrata per i viadotti, ma evidentemente ci sono contribuenti che devono pagare e altri che ne possono fare a meno; così come c’è una sentenza che attesta un credito di 2milioni di euro per il rimborso del trasporto disabili nei confronti della Regione Abruzzo che nessuno sembra intenzionato a far rispettare, mentre, con un provvedimento del tutto assurdo, la Provincia ha impegnato 500.000 euro di risorse proprie per finanziare la società Provincia e Ambiente, per la quale, tuttavia, le competenze sono ormai da tempo in capo alla Regione, delineando un desolante quadro di un Ente di fatto commissariato”.

“Lo scorso 29 maggio ho inviato la nota ufficiale al Prefetto comunicando che l’ipotesi estrema paventata dagli uffici tecnici comunali è quella di interdire completamente anche la viabilità comunale viste le condizioni di pericolosità, che però significherebbe evacuare decine di famiglie e aziende agricole e allevamenti, con costi superiori rispetto a quelli necessari per riaprire l’arteria provinciale”.

“Inoltre, con l’approssimarsi della stagione della trebbiatura, è stata segnalata l’impossibilità per i mezzi mietitrebbia di raggiungere molte aree, con danni rilevanti per il comparto agricolo”.

“Alla vigilia del rinnovo del Consiglio provinciale, il presidente Di Marco ha fatto il giro di tutti i Comuni sbandierando un contributo di 25 milioni di euro da parte della Regione Abruzzo per la sistemazione delle strade provinciali”, prosegue Sospiri.

“Ora è doveroso che venga a spiegare a queste persone esasperate e a questi laboriosi artigiani ed imprenditori, che fine hanno fatto quei soldi e dubito che lo farà, ma noi ne chiederemo direttamente conto al presidente D’Alfonso, che sembra aver dimenticato l’esistenza dell’area vestina che, secondo lui, evidentemente deve risolvere da sola i problemi di frane, terremoti e alluvioni”.